Il Tempo

Lascio perdere disquisizioni filosofiche, riferimenti editoriali o teorie filantropiche … ne voglio parlare attraverso un ricordo. Un ricordo che è rimasto così fermamente vivido nel tempo che a distanza di 12 anni se chiudo gli occhi ce l’ho ancora chiaro come fosse ieri.

Primavera/estate 1999 : Isole Baleari.

Parto con un volo low cost per Barcellona e da lì, la notte mi imbarco per Mallorca dove arrivo all’alba del giorno dopo alla fine di una nottata passata in poltrona dormendo 8 ore di filata … Esco alla brezza del mattino e mi trovo davanti il profilo dell’isola e della città di Palma . E’ stato amore a prima vista, mi sono sentita accolta, a casa. L’idea era quella di passare una settimana di vacanza entro la quale se avessi trovato un qualche lavoro mi sarei pure fermata un qualche tempo. Beh, in 4 giorni avevo un lavoro presso un alberghetto a gestione familiare e relativo ristorante, un appartamentino in condivisione che dava su una piccola spiaggia in un versante e sul suddetto albergo/ristorante dall’altra, una bici rosa usata pagata 5.000 pesetas e davanti più di 6 mesi da vivere.

Non che abbia fatto cose inenarrabili, tutt’altro, una vita semplice semplice ma con una ricchezza inestimabile : il tempo libero. Giornata tipo?

Sveglia con il cinguettìo degli uccellini e il rumorìo che arrivava lontano dei bagnanti che si riversavano in spiaggetta, preparazione svelta dello zaino e uscita in bici direzione centro paese per lauta colazione e lettura del quotidiano locale; passaggio al supermarket per acquisto spuntino e libri in edizione economica; proseguimento per una delle tante spiagge libere del posto… Giornata interamente dedicata alle letture, ai bagni, al sole, ai pisolini, alle riflessioni, alle conoscenze, alle passeggiate, alle esplorazioni. Al pomeriggio inoltrato biciclettata in centro paese per merenda a base di gelato e passeggiata sul lungo mare turistico, rientro in appartamento, doccia e avvio al lavoro per le ore 18.  Lavoro fino alle 00,00 circa e poi a scelta serata conviviale oppure proseguimento letture o in spiaggia quando c’era la luna piena o a letto con il rumore del mare in sottofondo. E via così per mesi,mesi e mesi e posso giurare che non sono mai stata così bene, così in armonia col mondo, così serena e rilassata….così tanto che mi sono pure scritta e spedita a casa in Italia una lettera dove mi raccomandavo con me stessa (no, non è patologico che io sappia) di non dimenticare mai, in merito a quel periodo, quanti pochi oggetti avevo con me e quanto tempo libero mi ero invece concessa in cambio.

Ricordo ancora la sensazione di avere tempo: tempo per me da perdere, da sfruttare per, da usare a mio piacimento, fosse solo per guardare il cielo due ore… Il tempo lì si è dilatato e ho scoperto che la noia non esiste è solo la nostra paura di non valere, ho sentito che così come siamo pregi e difetti siamo perfetti per questo mondo, ho percepito il valore incommensurabile di un panorama, ho intuito il poco che siamo di fronte al tutto,mi sono sentita una cosa sola col tutto . Sono tornata a casa diversa quell’autunno, ho iniziato a prendere le distanze in merito a cose che pensavo importantissime e mi sono fatta una promessa : un giorno, vicino o lontano,  mi sarei ripresa il MIO tempo.

E quella promessa, cascasse il mondo, la voglio mantenere.

Annunci

5 pensieri su “Il Tempo

  1. Ciao! Sto leggendo dal principio il tuo blog e questo è forse il post più bello.
    Esperienza fantastica, ma forse – come notava Exodus – manca la parte in cui sei rimasta ingarbugliata in un sistema che non ti piace. Chissà forse lo racconti in qualche post successivo…
    Comunque anch’io sento il tuo stesso desiderio: mollare la vita d’ufficio, lasciare il mondo della comunicazione aziendale e del marketing, e fare un lavoro che mi permetta di vivere appieno, senza più dover sognare nel weekend, nei giorni di festa e nelle ferie per concedermi la vera vita.

    1. Ciao! Piacer di conoscerti e grazie per leggermi dall’ inizio, che onore!Ora vengo pure io a curiosare da te !Vuoi che ti dica la tremenda verita’ tra quel prima e questo dopo? Verso i 26-27 anni, complice anche un rapporto d’amore (poi terminato) ho semplicemente ritenuto che ormai dopo un anno a Madrid, una stagione in Grecia,in Sardegna, in Puglia e infine nove mesi a Mallorca, ho ritenuto fosse giunto il momento di diventare grande e cercare di inserirmi nel mondo lavorativo italiano altrimenti avrei rischiato di farlo quando magari sarei stata troppo “vecchia” (poi noi donne ce l’abbiamo ancora piu’ difficile). Razionalita’.Tutto qui.E meno consapevolezza di quello che avrei perso.Purtroppo sembra retorico ma e’ vero che il valore alle cose gliele dai quando le perdi.Non che mi sia irrimediabilmente pentita, sotto certi aspetti e’ quello che dovevo fare…la cosa certa e’ che non passa giorno che almeno per un momento la mia anima non vada a trovare dentro di me quei periodi.E ti giuro che faro’ di tutto per riviverli e lo stesso auguro davvero di cuore a te!

  2. Molto interessante ed attuale. L’argomento “tempo” sta entrando prepotentemente nei discorsi che facciamo: con chiunque, ed in qualunque circostanza.
    Lavorativamente parlando (pur nella fortuna di avere un lavoro) il concetto di tempo si sta deformando e connotando in modo sempre più negativo.
    Come stai facendo tu adesso, urge una seria riflessione sul giusto (a livello personale) impiego di questa risorsa.

  3. Manca la parte in cui sei rimasta fregata e sei entrata in un meccanismo che non ti piace. Il “giunto”insomma che non è andato a posto. Avrai tempo per raccontarlo. Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...