Consulenze medico-bancarie

La giornata lavorativa di ieri si è svolta in maniera tale da procurarmi un non lieve disturbo della personalità.

Chi sono io ? Cosa faccio nella vita ? Dove stò andando ? Sono state le domande che più volte sono affiorate nella mia mente liofilizzata.

Si esordisce alle ore 8,20 con una serie di visioni di esami clinici del mio capo suddivisi in : esami per intolleranze alimentari e relative disquisizioni di diete da applicare ai fini del dimagrimento e/o sgonfiamento… Non paghi di questo mi si onora della visione di impegnative e ulteriori esami diagnostici finalizzati al concepimento.

Esco dall’ufficio del capo  un po’ annoiata ma felice di tornare ai miei conti ma ho sottovallutato il potere della tecnologia: mi ritrovo sul desktop lampeggiante una bustina che mi avvisa della ricezione di una mail… Una mia amica che mi avvisa che causa dolori ciclo mestruale è costretta a rimandare il nostro appuntamento-caffè del tardo pomeriggio. Vabbè, cose che succedono …

Di lì a poco entra una signora correntista generalmente molto estroversa e a dir poco terrena, pratica… La vedo seria e turbata e un po’ per cortesia un po’ per curiosità mi informo sullo stato di salute. Non l’avessi mai fatto: si scioglie (complice il fatto che in quel momento non c’era nessuno in fila dopo di lei) in una descrizione anatomo-scientifica del coccolone cha ha preso a sua madre, settantenne diabetica: risparmio i particolari ma dirò che non ci siamo fatti mancare proprio niente.

La mattinata prosegue apparentemente con discreta regolarità fino a che arriva altra correntista, bella ragazza che mi spiega di dover prelevare soldi che non ha per poter togliere dei fastidiosi e pericolosissimi Nei (la malafede mi induce a pensare che siano solo esteticamente bruttini) e per questo si rimette nelle nostre mani per un anticipo piccolino piccolino come dire “altrimenti mi avrete sulla coscienza”.

Alla pausa pranzo passo per casa e trovo mio moroso alle prese con aspirine e quant’altro che lamenta leggere vertigini forse dovute a cervicale; tra un massaggio e un’aspirina gli propongo l’aspirina.

Rientro col botto: mi telefona altra cliente che si dilunga piacevolmente a raccontarmi del suo ultimo ricovero per operazione d’urgenza per ciste ovarica di 20 cm e proseguita con scoperta in sede ospedaliera di polmonite ; quì ci siamo proprio lasciati sfuggire la mano, una decina di minuti fitti fitti con anamnesi, diagnosi e relative deduzioni medico-esistenziali sulla salute e quanto è breve la vita e non val la pena prendersela ed è proprio vero che quando hai la salute hai tutto e finchè sono cose così va anche bene e bisogna volersi più bene.

Nel bel mezzo del pomeriggio, quando ormai pensavo di essermela cavata esce dal buco l’altro mio collega che evidentemente ci tiene ad informarmi sullo stato di salute del papà il quale purtroppo ha qualche problema col catetere che continua ad ostruirsi .Abbiamo preso in cosiderazione il tema prostata e dopo breve consulto abbiamo dedotto che in questo caso non c’entra,vi è una piccola infezione cronica all’apparato urinario da curarsi con antibiotici .

Inizio a sentirmi strana, mi sà che non stò tanto bene … sono anche un po’ confusa a dire il vero.

Rientro a casa passeggiando per il paese e mi fermo davanti ad una farmacia guardando all’interno i farmacisti e cercando di immaginare se mi potrebbe donare il camice bianco …

Annunci

5 pensieri su “Consulenze medico-bancarie

  1. Ciao,

    ho appena consigliato un libro sul sito di Alberto (www.scalalamarcia.com) DEVI leggerlo anche TU, si integra col tuo piano B e se succede quello che è successo a me, ti permetterà di lavorare riposata.

    COME SMETTERE DI DARSI LA ZAPPA SUI PIEDI E AVERE SUCCESSO
    di REITER WILFRIED
    (50 TRAPPOLE TIPICHE SUL POSTO DI LAVORO E COME EVITARLE)

    E’ molto, valido, garantito, sai che sono un polemico e dissacratore nato di testi motivazionali, passarli al tritacarne è il mio sadico passatempo, ma questo funziona.

    Una nota di colore: essendo io notoriamente un maniaco, ogni volta che sul tuo blog leggo “Piano B”, mi confondo con “Lato B”, quello lì intendo, che calamita gli sguardi, se per caso mi confondo nel lasciare commenti e invece del tuo “Piano B”, cito il tuo “Lato B”, consideralo un semplice lapsus freudiano, non è offensivo. Lo dico in quanto nella prima stesura del commento avevo scritto:

    “DEVI leggerlo anche TU, si integra col tuo LATO B e se succede quello che è successo a me, ti permetterà di lavorare riposata”. Meno male che ho riletto!!!

    Ciao!

    EXO

  2. Il tuo scopo nella vita è farmi divertire con le tue avventure. Sembra una “boutade” ma è proprio così. La vita si compone di tre stadi: sopravvivenza – ordine sociale – divertimento (ovvero ciò che non è indispensabile ma che rende bella la vita). Se tieni a mente questi stadi si spiega tutto, la vita acquista un senso ed una direzione. Naturalmente si cerca di salire al gradino superiore: prima mi assicuro la sopravvivenza, poi un ordine sociale che mi permetta di vivere in quiete, infine cerco gli svaghi più interessanti e divertenti, sempre più su, più su verso ciò che è meno impegnativo, più libero, bello, etc.

    Ora, tu sei una componente del mio divertimento. “Che fortuna!” penserai, ma cosa ci può essere di meglio per te del sapere che stai contribuendo alla mia evoluzione verso uno stadio di vita superiore? Come ho detto, tendiamo al divertimento: al mare, alla gioia, alle cose interessanti (anche questo divertimento), all’istruzione (idem), alla sessualità che non sia solo procreazione (idem), ai viaggi (idem), ai nuovi incontri, alla libertà, ai bei libri, bei film, begli uomini e belle donne… Quindi, se mettiamo da parte un momento l’aspetto divino-religioso che è molto più importante, subito dopo il tuo massimo obiettivo nella vita è assicurare il mio divertimento (o dell’umanità in genere). Volendo potresti assicurare anche la sopravvivenza del prossimo o l’ordine sociale, molti lo fanno con merito, ma anche assicurare il terzo stadio è meritorio.

    Non c’è niente, a parte Dio, più di questo. D’altro canto, puoi chiedere ad altri di assicurare il tuo di divertimento. spesso lo fanno, ma non ce ne accorgiamo, non ci accorgiamo che dio ha creato un ordine che in qualche modo mette gli altri a nostro servizio, reciprocamente. Anche le confessioni dei clienti sono divertimento (decompressione, fuga dall’angoscia, bisogno di sollievo, in ogni caso fuori dai primi due stadi, ai primi livelli del terzo stadio).

    E’ una questione di “visione”, devi accettare che sei li per il mio divertimento che ti leggo. E, se ci pensi, nella caducità della vita, è una cosa meravigliosa, sei utile, importante, mi fai ridere. Si sottovaluta questo aspetto in quanto non si è capito cosa sia la vita, si sminuisce il terzo fattore sostituendolo con illusioni inesistenti. Se sai di dare sopravvivenza, ordine o divertimento, avrai risposto alla domanda “chi sono io, cosa faccio nella vita (dovrei fare)”. Poi manca ancora Dio ed è drammatico, ma lì non posso intervenire più di tanto in un blog!

    Ah… era meglio il massaggio al moroso dell’aspirina.

    1. Uh, non ci avevo mai pensato in questi termini ma hai ragione !Ringrazio quindi del complimento!Mi ricorda un po’ l’argomento che sento trattare da questo o da quel politicante in merito al settore terziario, turismo, arte,teatri,danza…il Tremonti dice che con il teatro non si mangia ma il tuo commento spiega invece ben benino che non si vive di solo cibo e il progressivo inaridimento della cultura in genere, della sensibilità, in grande scala è socialmente un abbruttimento che costa anche in termini economici, di progresso e non solo culturali .
      Portando invece il discorso in termini personali, condivido comunque perchè non c’è niente di più bello che regalare a chiunque un bel momento.O perlomeno simpatico !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...