Piccoli momenti di felicità

Sono rimasta sola, di nuovo, per non si sà quanti mesi… 4, 5, 6 . Equilibri precari i primi tempi, quando ci si avvicina, quando ci si allontana. Eppure lo sò, eppure ogni volta mi sento strana. Confusa e felice, allegra e triste.

Mi riprendo il mio tempo, i miei spazi, i miei silenzi, le mie cose solo mie, la mia amata solitudine.E torniamo nella dimensione romantica del telefono , dei messaggi, delle mail dove ci diciamo cose mai dette, dove ci raccontiamo quanto siamo importanti. Ma ci saranno anche i giorni delle incomprensioni, dei non ho tempo ci sentiamo dopo, dei avrei bisogno fossi quì ma non ci sei, dei sai che c’è? forse stò meglio da sola/o. Singles part time.Coppia part time.

Oggi quasi ad esorcizzare il momento di passaggio mi sono concessa un dopo lavoro selvaggio e ho fanculato il Tedesco (che mi ero ripromessa di studiare…e son soddisfazioni anche marinare un impegno preso con te stesso eh?!) , sono andata a fare la spesa dei miei cibi preferiti (no riviste!) e una volta a casa :

  • mi sono mangiata tutto il sacchetto di marshmallows fino ad averne la nausea
  • ho messo Jamiroquai a palla (fortunatamente il vicino a fianco e quello sotto non c’erano.Fortunatamente per loro.)
  • ho ballato in mutande in mezzo alla zona giorno saltellando come una tarantolata e facendo delle mosse che nemmeno da adolescente ubriaca
  • mi sono cucinata una marea di asparagi con le uova e ora per la pipì chissefregatantosonoacasadasola

…e mentre saltellavo contorcendomi come un serpente ho avuto una folgorazione: la vita è tutta quì.

La vita è tutta quì. Va bene così. Accetto. Mi lascio andare.

E’ durato un attimo, tipo orgasmo , salita e discesa in men che non si dica. Ma c’è stato.

Oggi posso proprio dire che i miei 5 minuti di felicità me li sono presi.

Annunci

18 pensieri su “Piccoli momenti di felicità

  1. Si è vero, armonia, mi piace come definizione. Per il cibo c’è poca armonia, c’è solo un “mal” di gola, ormai ho perso le speranze. E’ un piacere parlare con te. A presto

    1. Cara. Ci sono vizi ben peggiori comunque, io cerco di essere accondiscendente altrimenti quì non è più finita ! ora poi che si apre la stagione dei gelati! Io al sabato e alla domenica pasteggio a pranzo con mega coppa, alè !!!

      1. “sabato e alla domenica pasteggio a pranzo con mega coppa, alè !!!”

        Sarai un po’ str… però! Hai un modo curioso di sorreggermi nel raggiungimento del mio obiettivo “niente dolci acquistati fino a tutto giugno”.

        Averti come “supporter” che scrive queste cose, io che adoro i gelati!!!

  2. Si, è vero il miglior investimento lo facciamo su noi stessi, ma non senza gli altri. Avere accanto persone che credono in te, come essere umano intendo, che si affidano a te per ricevere quella forza, quella gioia di vivere fatto di piccole cose quotidiane, semplici, ecco è lì che vedo gli utili migliori del mio investimento. Sinceramente la vita, è fatta di gesti semplici, senza retorica, se riesci ad alzarti la mattina e arrivare a sera senza esserti incavolato, nemmeno una volta, è già un buon traguardo. Domanda: ma perché noi donne quando ci interroghiamo sui sentimenti, ci abbuffiamo di schifezze? Io spesso quando ho conquistato un buon risultato, mi premio con un gelato. Sono triste? mi consolo facendo una tiramisù. Ho qualche ansia? un pacco di popcorn mi appaga. Lo stomaco femminile è un laboratorio ipersensibile. Ciao cara.

    1. Tu dici bene Tiziana !E quello di cui tu parli passa inevitabilmente prima per una buona dose di accettazione e amore verso sè stessi, altrimenti non c’è armonia. Se cerchiamo approvazione negli altri perchè noi non ci amiamo nè rispettiamo la cosa stride, no?! Invece è stupendo secondo me allargare agli altri , familiari e amici quel giardino interiore di amore pace e serenità ….. Ommmmmmmm !
      Il cibo/dolci ? Guarda, io sono giunta alla conclusione che sia la prima cosa a cui pensiamo nel bene e nel male perchè è una concessione che di facciamo economica, di facile reperibilità e che non delude mai

  3. Grande Patty!! Seconto me il succo di TUTTO sta proprio in quei 5 minuti, nel CHI era in quei 5 minuti …
    Forse rivaluto i marshmallows … evidentemente hanno anche loro uno scopo nell’esistenza …

  4. Ma cherie,

    j’ai compris la partie en espagnol mais pas celle en italien.

    Tu pense trop. Jusqu’a quand tu penseras trop tu trouveras des solutions à des problemes che tu vas t’inventer. Si tu ne cherche pas de solutions tu seras heurese. Mais tu veux étres heurese ou tu veux chercher des solutions?

  5. Infatti, ha capito, per un attimo: raggiungi l’obiettivo (felicità) quando abbandoni l’obiettivo e ti lasci andare. Appena lo riprendi sei fregata.

    1. E ci voleva tanto, m’hai fatto sudare!

      Quando ti dico “sperimenta” non è per prenderti in giro o prendere tempo, è che solo dopo posso comunicare con te, come faccio a spiegarti un’esperienza come quella che hai vissuto di “danza con la vita”.

      Comprendi adesso perchè non m’interessa il mare o l’obiettivo: tutta la mia vita è come quei cinque minuti che hai sperimentato tu, tutta una danza (si può fare credimi). Cosa è cambiato? Hai avuto più soldi, più compagnia, più mare? No, è la testa che ha fatto clic!

      Fraulen Pat Auf fidersen!

      1. Prefiero hablar castellano, me gusta mas …! Mi ricordo questo tuo discorso, molto bene. Ora, e non prenderlo come un alibi perchè non lo è, mi è molto complicato (non impossibile ,certo) sganciarmi da reazioni velocissime e automatizzate del mio cervello e riconfigurarle … come tutti immagino. Gran lavoro di allenamento. Non credere non ci abbia già provato.Click. Comunque, questa condizione non esclude la ricerca del luogo e della situazione ideale, certo, ne dà una valenza proporzionata, ma è pur sempre bello aspirare a stare e fare ciò che più piace, o no?!Questa me la passi ?

  6. “Il cambiamento è un cancello che si apre dall’interno” …
    Exo non credo la Patty abbia mollato il Tedesco, ha dato solo più spazio al suo momento di felicità! Se si riuscisse a vivere ogni evento (anche routinario) con l’impatto della novità, della scoperta, penso si riuscirebbe a fare quello che una volta Uolly diceva in merito a vivere ogni giorno pienamente realizzati.
    Live simply take it easy
    Alby

  7. mi riaggancio al tuo ultimo commento all’altro post (https://bonificiesogni.wordpress.com/2011/05/12/il-viaggio-piu-bello/#comments)

    QUESTA E’ AZIONE! Dobbiamo cominciare a prendere in mano le nostre vite, smetterla di lamentarci e creare attorno a noi la vita che vorremmo. Quella vita non ci cadrà dal cielo, dobbiamo costruirla dalle piccole cose e dalle grandi scelte.
    Mentre crei i 5 minuti di felicità, crei attorno a te il mondo “migliore” che vorresti. Parti da te e non dagli altri.
    avanti così…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...