Saudade

Arrivati a questo punto, a mezz’ora dal primo giorno di estate, mi assale una malinconia che nemmeno con un tir di Tavor.

La mia condizione di arresti domiciliari presso l’istituto bancario XY corredato di porte antisfondamento, caveau blindati, allarmi inseriti in ogni dove e aria condizionata viziata sempre quella sempre quella sempre quella, la mia condizione dunque, mi si fa umoralmente più pesante. Hanno un bel dirmi che tanto finisco presto, che comunque ho il sabato e la domenica liberi, che mi faccio pure 2 settimane di ferie ma sì , sono un’ingrata egoista, non mi basta. Assolutamente.  Nemmeno per sogno e che vada a fancularsi pure la gratitudine. Se fossi una brava ragazza elencherei i mille, diecimila motivi per essere felice e sopratutto per considerarmi fortunata rispetto al 90% del mondo, ma oggi, a un quarto d’ora dal primo giorno d’estate  vedo solo ciò che è: io vorrei essere quì (foto) e invece sono in un bunker.

Davanti a questa casa (che ha una vista mare che nemmeno descrivo) ci sono passata decine e decine di volte con lo scooter direzione sud nel lontanissimo 1999… Alonissos, Sporadi. Responsabile per le Sporadi per il Tour Operator Tal dei Tali : la sottoscritta.

Armi: scooter, bloc notes, monolocale e cellulare

Bagagli: un trolley per 7 mesi , una divisa da lavoro con il cambio, libri a manetta e un costume a Luglio già sbiaditissimo .

Prospettive: nessuna ma nemmeno niente da perdere.

Stipendio : decoroso e risparmiato tutto in quanto isola pressochè priva di ogni genere di conforto non prettamente alimentare.

Sentimenti: contrastanti prima di partire paura/eccitazione, decisamente paradisiaci dopo i primi 2 giorni di permanenza.

Giornata tipo: sveglia alle 6.20 e accompagnamento con furgoncino di un gruppo di archeologi americani ad una spiaggia con vari cocci da spennellare.Ritorno a casa e colazione con calma. Ore 8.30 Ufficio fronte mare e annessa scappata al bar di sotto per mega coppa di Yogurt greco con miele e noci per la seconda colazione. Mattinata in ufficio con qualche piccola pausa tuffo tanto quelli che vengono in ufficio mica sanno se hai i capelli bagnati per il bagno o per la doccia mattutina.Pausa pranzo: pennica sotto un olivo di una spiaggia nelle vicinanze allietata da una tiropita o qualche focaccia con olive.Pomeriggio : rientro in ufficio e/o giretto presso gli hotel/pensioni/alloggi dei clienti per verificare che tutto sia a posto.Chiacchiere varie. Sabato e Domenica : aliscafo per raggiungere Skiathos e raccogliere/accompagnare in aeroporto i nuovi arrivati.Smistamento dei suddetti nelle varie isole dell’arcipelago. Tardo pomeriggio: motorino e via verso spiagge più amene. Sera: cena in qualche taverna con clienti simpatici o giretto a prendermi il gelato o passeggiata a qualche festicciola paesana oppure lettura nel patio fuori casa di qualche buon libro. Ore 23 nanna. 

7 mesi. 210 giorni.Pioggia.Bel tempo.Brutto tempo.Sono caduta dal motorino.Ho preso mare bruttissimo con quegli aliscafi.Ho fatto amicizie.Sono stata moltissimo da sola.Non mi sono mai sentita sola. Zero ore di Tv.Zero shopping.Pochissimo telefono.NON HO MAI DESIDERATO NIENTE DI PIU’ DI QUELLO CHE AVEVO.Ero io.Ero in contatto con me.Ero nella Natura.Ero in pace con me con gli altri con il mondo. Voglio questa casa. Primo giorno d’Estate

Annunci

18 pensieri su “Saudade

  1. eh sì, un pelo malinconica ti si sente. Comunque, se è vero che da un punto del fiume non ripassa mai lo stessa acqua…di acqua continua a passarne, altra e tantissima! Il mio tiramento di somme semestrale è quasi pronto, ancora pochi giorni…

  2. Un libro diceva che la vita non è una prova generale che serve solo a prepararci alla vita vera.. e non sappiamo quanto tempo abbiamo a disposizione… se ci credi davvero …. PARTIIIIIIIIIIIIIII SUBITOOOOO!!!!! … Vengo anch’io!! 🙂 baci C.

  3. Ma che bel post… e come ti capisco!! L’ideale, il sogno, e’ chiarissimo. Pero’ non si riesce a intravedere nemmeno lontanamente una strada per arrivarci…
    Concordo anche sul commento di Anna. Perche’ ci deve essere questa pressione sociale che ci fa sentire di “dover” fare alcune cose e di “non poterne” fare altre che invece ci farebbero stare millemila volte meglio?

    1. A volte penso che bisognerebbe buttarsi e… poi si vedrà….nel mondo occidentale è davvero molto difficle morire di fame….. e tutto ciò che è in più…è grasso che cola ! Altro che progetti, programmi, conti, ecc ecc

  4. “Purtroppo proprio non riesco nemmeno ad immaginare Azioni che mipossano portare ad ottenere questo obiettivo”.
    …..Va che ti bacchetto stile Exodus;-)
    Non mi cadere sul primo passo, il più importante L’IMMAGINAZIONE.
    Porca vacca se neanche riesci ad immaginarlo come fai a desiderarlo così tanto?
    Guarda che non c’è nessuna magia o alchimia strana tutti i più grandi progetti sono stati realizzati prima nella mente è poi nella realtà. Non ti cito esempi noti ma pensa solo a me, nel mio piccolo. Il progetto di cowntdown l’ho inserito qualche mese fa e mi ero dato come termine utimo il 03/03/2015. E che cacchio oggi ufficialmente è l’ultimo giorno di lavoro (non me la sono sentita di lasciarli nella M.) alle ore 18.00 Timbro l’uscita, l’uscita dal mondo del lavoro, l’uscita da un vecchio sistema che stà spirando, l’uscita da un mondo che non mi piace.
    Ci è voluto tanto!? Di per se l’azione è stata semplice… ho fatto il numero e ho comunicato che non sarei rientrato. E adesso?
    Adesso vediamo A
    Adesso viviamo ……..adesso mi sento come te allora….. “NON HO MAI DESIDERATO NIENTE DI PIU’ DI QUELLO CHE AVEVO”
    Live simply take it easy
    Alberto

    1. Quella casa, quel posto, quella situazione non la posso proprio più rivivere…. posso provare, ed è quello che faccio preparandomi quotidianamente, posso provare ad “assemblare” una nuova realtà che provochi le stesse sensazioni. ma lì no , non si può…un’isola lontanina con 2000 abitanti, che vive solo di turismo, senza parlare il greco insomma… l’è dura !!! Comunque non preoccuparti Alberto io non mollo , cerco altri orizzonti (simili) nuove idee e dinamiche vivendo attraverso i ricordi i sentimenti a me più cari ….

      1. Bene bene, mi sembrava strano! Chi cerca trova! Un consiglio dal cuore, se posso e senza pretesa.
        Non limitarti a ricercare sensazioni simili a quelle del passato concentrati sulle sensazioni e trova quello che le scatena. In questo caso il passato diventa la giornata che hai appena vissuto.
        Live simply
        Alberto

  5. Difficile affrancarsi da certi meccanismi che ci avviluppano da anni e dai quali “fuggire a gambe levate” per il resto del mondo significa essere senza meta, senza obiettivi conformi, strani e inconcludenti, asociali, fuori dalle regole, sopra le righe, sognatori idealisti ecc ecc ecc……
    In realtà siamo solo ( mi ci metto anche io ! Posso? ) esseri che mirano a godere della sostanza delle cose, apparentemente piccole, incommensurabilmente grandi, uniche, ricche, semplici, dense, intense, VIVE! Se decidi di partire di nuovo per questo Viaggio, portami con te….BUONA ESTATE CARA AMICA!

    1. Cara Anna. Con le tue poche righe riesci sempre a cogliere il succo del discorso . E’ quello che mi manca, più dell’isola in sè, più della casetta. E’ indiscutibile che ci siano luoghi fisici che lo permettono più facilmente… e per me sono le isole. Pensa che è da quando ho memoria di me , quindi piccola piccola che mi piace viaggiare e sogno da sempre di visitare tutte le isole del mondo per finire a viverci in una che sento speciale e morire in mare quando sarà. Un cerchio che si chiude. Salutami il mare tu che ce l’hai vicino !

        1. Sai che c’è ?! Che la prossima volta che passo dalle tue zone ti avviso e ci si beve un caffè assieme … Sarà mai che siamo l’altra metà della mela platonicamente parlando ….! 😉

  6. Cos’è? lo devo considerare come il prossimo obiettivo (accidenti Azione) che intendi portare a termine entro l’estate?
    Ocio a desiderare ciò che si vuole.. si rischia di ottenerlo!
    Dolce notte … che bello staccare la spina e … ascoltare il silenzio!
    Live simply take it easy
    Alby

    1. Ciao Alberto ! Si dorme? … Attendo tuo post con aggiornamenti eh?! hai visto che bella casetta? Fa proprio Grecia…. Purtroppo proprio non riesco nemmeno ad immaginare Azioni che mipossano portare ad ottenere questo obiettivo . Giuro però che ci stò lavorando e, magari non quest’estate, ma la prossima conto di essere perlomeno vicino al mare quanto questa casa…è pur sempre qualcosa no?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...