Ordinaria follia

Giuro poi la smetto.

Prometto di parlare dell’imminente viaggetto che ci vedrà impegnati nel palermitano e dintorni oppure di come non ci siano più le mezze stagioni o peggio ancora di politica.

Però ora voglio proprio fissare su carta questa chicca.

Ho molti difetti ma uno no, mi spiace, quello della disorganizzazione proprio no. Sono molto, molto organizzata, soprattutto lavorativamente parlando … mi viene naturale, mi piace , lavoro meglio.

Quindi. Quindi questo pomeriggio lavoro alacremente senza nemmeno alzarmi dalla sedia per andare in bagno: ore 14,30-16,54 filate filate …. Ore 17,00 ho terminato tutto.

Esce dal suo ufficio il mio capo e tra un discorso e l’altro sull’organizzazione della giornata di domani mi dice:  

“ah, sarebbe il caso ti fermassi un pochino di più oggi e domani…..”

Io: “ok va bene. Dimmi, per cosa? Che devo fare ?”

Lui:” no niente. Fermati un po ‘ di più.”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

No no. Non è che non leggete le righe sotto, il discorso è proprio finito così. Peccato non riuscire a scrivere la mia espressione !Buffa, ve lo posso assicurare. E  forse anche  un po’ perplessa.

Annunci

31 pensieri su “Ordinaria follia

  1. ho imparato più cose sulle botteghe davanti ad un aperitivo con il titolare e il direttore del negozio dopo aver abbassato le saracinesche che nei successivi trentacinque anni di onorata carriera.
    Il tutto mi ha portato ad arrivare al massimo di quello che potevo raggiungere sul lavoro, e adesso mi posso permettere di rompere i coglioni a chi lavora, peccato che fra non molto la mia carriera finirà…. peccato, proprio adesso che iniziavo a divertirmi!!!

  2. Situazioni frequenti in strutture “ricche”, che non producono alcunché di concreto, se non una gigantesca catena di Sant’Antonio, il rigirare continuo di registrazioni contabili di moneta (sto parlando di banche e assicurazioni). Lui vuole far vedere (alla Direzione) che i suoi collaboratori hanno tanto lavoro da doversi trattenere per lo straordinario. A una mia collega il Dirigente diceva spesso:”Quando non ha niente da fare, non vada in giro per i piani. Stia seduta alla scrivania. Magari, se è iscritta a Facebook, si diverte lì. ma non si faccia vedere fuori posto dai colleghi delle altre Direzioni”. Anche a lei veniva chiesto di fare straordinari. Per ragioni di “buon nome” nel contesto aziendale.
    Ciao.
    Gianluca

    1. Io capisco che ormai non ci si indigni più per nulla ma nessuno e niente riuscirà mai a farmi arrendere di fronte a questi modi di vivere.Io sono orgogliosamente diversa, anche se questa mia non appartenenza la pago con molti meno benefits o sviluppi carrieristici.Ho un forte istinto interiore che mi attira verso al libertà.Per fortuna, direi.

    1. Tendenzialmente cerco di fare straordianrio solo se e quando necessario…gli altri più o meno se ne vanno volentieri a casa all’ora giusta.Immagino ritenga di potermi comandare a bacchetta in quanto semplice cassiera e ultima arrivata…tristezza…

  3. Conosco la situazione, fin troppo bene. Tu sei lì che ti domandi: ma che avrò fatto di male per meritarmi questo? Avevi già programmato la tua meritata fuga, mille cose da fare che dovrai rimandare e che si accumuleranno alle altre mille dei giorni a venire. In realtà non hai capito perché devi rimanere a oltranza e la cosa raggelante è che, forse, non lo scoprirai mai. Capricci di arroganti capetti che per vivere e sentirsi bene devono essere circondati dalla corte dei miracoli, sempre e comunque…

    1. E lo sai a me cosa me ne frega di come si sente il capetto?? Assolutamente niente. Sono 12 anni che lavoro nello stesso posto, e fin dall’inizio se non potevo restare dicevo tranquillamente “no, mi dispiace ma non posso”. Una volta mi volevano mandare in trasferta e io ho detto (era vero) che il mercoledi’ sera avevo una visita medica prenotata da mesi, che se la saltavo poi dovevo aspettare mesi per farla, e quindi sarei potuta partire solo dal giovedi’. Altre volte “scusate, io ho la lezione di spagnolo, ci vediamo domani”. Eccheccavolo la mia vita privata viene decisamente PRIMA del lavoro, e non ho problemi a dirlo. 🙂

      1. Brava Sab.Io a volte per quieto vivere (perchè sono considerato un tipo “difficile” poichè non faccio tutto quello che mi dicono di fare o pensare) cerco di andare incontro con altre cose e mi mordo la lingua ma ti giuro che il prezzo da pagare in termini di integrità morale etica e lavorativa inizia ad essere davvero alto….

  4. Spero che tu non lo faccia. Se c’e’ un motivo lavorativo, ok. Ma cosi’ tanto per, no. A casa mia ti risponderei “sticazzi” (e scusate se e’ volgare). Al capo forse direi “scusi ma io ho anche degli impegni extra-lavorativi, e quindi se non c’e’ del lavoro da fare me ne vado”. Chiaro e tondo, che si abitui subito, se no poi finisce che si aspetta da te che tu rimanga di piu’ tutti i giorni.

    1. Sab, coma hai ragione.Purtroppo però me ne sono stata zitta a mordermi la lingua perchè nella mia vita lavorativa mi hanno sempre rinfacciato di essere poco diplomatica (come se fosse un difetto!) e quindi, in quanto ultima arrivata ed essendo lì da un solo mese e mezzo ho fatto buon viso a cattivo gioco ma…che palle !

  5. Intento fin troppo chiaramente becero e viscido a parer mio. O forse semplice mobbing, becero lo stesso. Sii superiore.
    PS ma il commento sul mio blog relativo a Peggy l’hai cancellato tu (nel caso è OK, è solo x capire!) Ho la mail ma non compare tra i commenti…
    Buona giornata e…fermati un po’ di più al lavoro!!!
    L.

    1. Secondo me lieve mobbing anche perchè continuano a pressarmi sul fatto che “dovrei” aprire conti correnti a parenti e amici…
      Ecco, qui ti voglio ! Ti giuro che sarà un mese che scrivo commenti sul tuo blog appassionatamente e alla fine non me ne pubblica nemmeno uno, mi rifiuta il commento scrivendo qualcosa tipo You don’t own that identity. Mannaggia che nervoso ! Il fatto è che a volte scrivo da un I Pad e secondo me c’è qualcosa che riconosce . Non so, se riesci pubblica e nei prossimi giorni ci riprovo anche perchè volevo intervenire su più temi ! Un abbraccio

      1. Anche a me è capitato,ho pensato a incompatibilità tra blogger e wordpress. Boh? Vabbè, per fortuna non sono problemoni. Il mobbing è davvero una brutta bestia, devi essere più che salda per resistere. Pensa più che puoi ai vantaggi che hai da questa sistemazione e, se ti accorgi che non va…il piano B è sempre lì che ti aspetta!

    1. E’ presto detto carissima.Sono immersa in quest’ambiente da molti anni ormai e, pur non condividendo per niente il mood, conosco un po’ le dinamiche. Intanto gli fa comodo che mi fermi lì quando lo sportello è chiuso per eseguirgli tutto il lavoro di segretariato che lui non ha voglia di fare in quanto capo e sopratutto perchè -attenzione la finezza- se chiamano dalla Direzione trovano qualcuno anche dopo gli orari canonici e, sempre i suoi capi, possono dedurre dal monte ore che faccio quanto lavoro ci sia in filiale e quanto poco noi tutti ci giriamo i pollici…. Che classe, nevvero?!

    1. Maurizio e Sonnambulo, i soliti maliziosi. MA non lo sapete che il Bancario è asessuato ?Fateci caso: non ci sono omosessuali dichiarati, la maggior parte è sposata con figli, non esistono i divorzi, niente tatuaggi e vacanze a Bellaria.E’ una setta, tipo mormoni. Mio moroso può star tranquillo e dormire su due guanciali, più facile che ci provi un rapinatore che un collega……

    1. Alberto, non ti dimenticare queste assurde dinamiche.Ti stò seguendo ma non so perchè nonriesco a pubblicare commenti sul tuo Blog.Stai sereno, pensa poco e aspetta che passi. Il momento è destabilizzante, ti stai destrutturando per ri-costruirti e ricordati che non ti sei davvero perso nulla ! Guarda quì che bassezze !!!Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...