Lato B del Piano B

(Che Blogger del tubo sono.Incostante come il sole in pianura padana)

Lui se n’è andato. Una volta si salpava con una valigia di cartone, le uniche scarpe buone e un biglietto di sola andata verso il Nuovo Mondo e la famiglia all’imbarco salutava l’uomo speranzosi tutti in un avvenire di fortuna, o perlomeno di dignità e sopravvivenza. La speranza ….La speranza di una vita migliore altrove. E la moglie, la donna a casa tra le sue abitudini ,i figli, i luoghi conosciuti, la sicurezza delle cose proprie, le abitudini, la zona di comfort .Pregando e sperando. Aspettando e pregando.

E’ un po’ così anche per noi.

Certo, saremmo degli ingrati a confrontarci con gli esuli del secolo scorso però mi piace ripercorrere quel momento storico cercando delle similitudini, mi fa sentire un po’ eroica, suvvia. Non corriamo appresso alla sopravvivenza fortunatamente, ma corriamo dietro al nostro tempo di qualità, alla nostra vita a contatto con la natura, con un clima clemente, un ritmo più spartano, meno cose ma più amore.

Siamo alla Fase B del Piano B.

No, perché?Mi facevate una sprovveduta con un solo miserrimo Piano B e basta ?!

Ma che scherzi?! A parte il fatto che in testa ho così tanti piani alternativi che ho quasi terminato le lettere dell’alfabeto ma poi c’è da dire che all’interno di ogni progetto c’è un groviglio di situazioni da dipanare mica da ridere …..

A volte penso che potrei aprire un “Ufficio di Idee e Piani B”, C, D. Lo so, sono l’oggetto di scherno di amici e parenti ma che ci vuoi fà, io la testa proprio non riesco a tenerla ferma.

Parte B del Piano B dicevo.

Magari è meglio se faccio un passetto indietro, eh?!

Situazione : vivo e lavoro in luoghi e ambiti che non mi entusiasmano. Lui vive un po’ qui con me e un po’ in Sardegna perché d’estate lavora nella nautica.

Progetto:  vivere al mare .Insieme. Lavorare meno ore, io. Guadagnarmi da vivere con un lavoro che mi appassioni.

Il momento presente:  Individuare la zona mediterranea dove andare a vivere attraverso un utilizzo mirato delle ferie,valutare quale possa essere la zona di maggior interesse che coniughi possibilità lavorative, a mare ,clima, qualità di vita, costo.Individuare la zona e partire per un periodo di supervisione.

Eccoci, siamo arrivati a questo. Lui è partito: Cagliari e dintorni. Questa è stata la destinazione finale.

Periodo di sopralluoghi e verifiche razionali, emotive ed istintive. Ricerca di casa, lavori… Io l’ho  raggiunto la scorsa settimana  durante le ferie. In inverno poi si farà il punto della situazione.

Ecco, l’ho detto. Messo giù così non mi sembra nemmeno niente di chè ma non è vero, oh se non è vero !

Anni, 4-5 per arrivare a questo punto .

E io mi ci vedo già lì, con il mio pezzo di terreno, l’ orto , il forno esterno per fare pizza e pane, il barbecue, gli alberi da frutta,un cagnolino  e 2 galline ovaiole. E andare a pescare e cenare sotto al portico, fare la marmellata , le 2-3 camere del Bed and Breakfast. E i giri in bici. E le nuotate.  E il tempo. E il mio lavoretto nell’ambito dell’arredamento da sviluppare, il sito internet da creare. E i Natali di nuovo qui a Vicenza .E la nostalgia. Ma la voglia di vivere e l’energia del cambiamento.

E fanculo a chi mi dice che non ce la faremo ,che è impossibile,che è difficile, che non è questa la soluzione, che non è periodo, che tanto poi mi stanco anche di quello, che non sembro convinta che.

Lasciatemi vivere, lasciatemi sbagliare dentro ad un sogno meraviglioso,  almeno per me.

Annunci

38 pensieri su “Lato B del Piano B

  1. posso dirti solo che mi piace molto il tuo sogno?
    sì mi piace tanto.
    e concordo con Carla. ecco.
    veniamo tutte e due con lo stesso tragetto. (fino a Palermo piglio l aereo io però Carla eh… che a fare tutto il giro dello stivale nun me reggo)

    1. Ma magariiiii ! Te lo immagini ? Un Blogger B&B ? Sys io mi sono esposta e ho raccontato, poi di quì a riuscirci davvero a farlo è un’altra cosa….. però non mollo, questo è il nostro sogno e ogni mattina mi aiuta ad andare in quel posto che per la mia anima è un luogo senza senso, sfibrante ed energeticamente negativo (si parla SOLO di soldi, crisi, problemi) . Insomma “io speriamo cheme la cavo” , però dovevo raccontarvelo !

  2. ce la farete,ce la farete, ce la farete. Non smettere di sognare, che quando il sogno è preciso poi i pianeti si allineano e le cose che vuoi fare accadono.
    personalmente testato :-))

  3. se ti serve un bambino da adottare ti consiglio io me medesimo, la statura c’è il cervello anche, mi risulterà difficile chiamarti mamma ma al momento dell’allattamento non saprò dire di no!.

  4. Ciao!
    capito per caso sul tuo blog, leggo questo post e non posso fare altro che dirti: VAI!!!!
    sognalo, credici, inseguilo, afferralo
    rendilo reale, vivo e vitale
    e ce la farai, ce la farete!
    perchè c’è più amore e convinzione nelle tue righe virtuali in questo spazio virtuale che in mille persone addormentate/rassegnate nel loro piccolo mondo insoddisfatto.

    1. Ciao! Piacere di conoscerti e grazie per il tuo commento.E’entusiasmante leggere di persone che condividono con me l’entusiasmo per un progetto, per un sogno, per un desiderio. Ti giuro che ho scritto queste righe proprio perchè stufa di parlarne con conoscenti e sentirmi demoralizzare a più non posso. Non lo so nemmeno io se ce la faremo ma perchè metterci già i bastoni tra le ruote prima di iniziare, no?! Mi aspettavo qualche critica anche quì dal web ma in verità trovo olto più appoggio quì che dal vero……sob…
      Ora vengo a trovarti sul tuo 😉

  5. Un’opzione forse un po’ radicale: isola di Gavdos, a sud ovest di Creta. Certo, sarebbe una sfida non facile. Ti scrivo con il telefonino tramite il wi-fi della struttura dove ho una camera, approfittando di una delle 6 ore di elettricità giornaliere. Però, non c’è aeroporto, 2 ore e mezza di traghetto dal sud ovest di Creta, che a sua volta dista un paio di ore di autobus dall’aeroporto. Si nuota da febbraio a tutto novembre, dicono. In effetti ora il mare è già caldissimo. Turisti assai pochi. Spiagge quasi deserte. Tutto da inventare. Ma credo sia zona protetta. Però, in effetti, non so quanto possa rendere un’atività. Pochi visitatori. Ciao.

    1. Sarebbe più facile affittare motorini a capoverde oppure andare a vendere salamoio alla mecca.
      Lascia stare le isole greche la Sardegna va benissimo.

      1. Eh, la Grecia e quelle dimensioni di isole le preferirei ma dovrei poter vivere di rendita…… Nel ns caso,bisognosi di un po’ di vil denaro tocca fare ii conti con le potenzialità ricettive del turismo e comunque di una città che possa offrire almeno qualche lavoretto di supporto … E poi, Villasimius, Costa rei, Chia mica le buttiamo via, no?!

    2. Ma che meraviglia!!!Beato te che sei lì…..non avere fretta di tornare, eh?!
      Sì in effetti se mi chiedessi quale dimensione isolana prediligo è proprio quella che descrivi tu…l’idea di essere isolati per giorni d’inverno causa mareggiate, aspettare la nave col carico di acqua, cibo e vario ha un chè di romantico e selvaggio assieme.Scherzi a parte, sarebbe bello ma dobbiamo trovare un dimensione che ci permetta anche un reddito, magari non fisso, magari non alto ma almeno potenziale.Fammi sapere poi come è andata (e se mi mandi qualche foto sarò ancor più felice)

  6. vai, patty, vai…che poi prendo il traghetto da palermo o da trapani e ti vengo a trovare. traghetto e non aereo, perchè il passaggio da un’isola a un’altra isola va assaporato e goduto fino in fondo…

  7. Io, che sono l’alter ego di quell’altro, quello piccolo e bello come il sole, dico:
    Sei grande mi piace il tuo piano B come mi piace il lato B, che coincidono perfettamente con il mio stile di vita, la ricerca del piacere.

    1. Quell’altro è piccolo, bello e AL sole più che altro…Uno stile di vita dedicato alla ricerca del piacere direi che è una vita ben spesa ! Speriamo che il Piano B sia reale, concreto e abbondante come il lato B allora ;-P

  8. È tutto perfetto tranne per una cosa: mi ci porti? Ho solo un paio di bimbe e una moglie ma so fare bene da mangiare! Comunque secondo me ce la fai, e poi un po’ ti tocca, il tuo lui così lontano non ci può sempre stare …
    Ciao bionda

    1. Ciao vacanziere !Di uomini che sappiano cucinare c’è sempre bisogno! Senti, io la vedo così: bimbe che scorrazzano in mezzo al verde e gli alberi da frutto, tua moglie ed io sotto al porticato sulle amache a chiacchierare mentre tu e mio moroso, birre in mano, addetti al barbecue.Che ne dici? Come mi riesce bene l’arte dell’ozio !!!

  9. Fantastico. Con un progetto così, la vita ha tutto un altro colore! E ce la farete, perchè no? Volere è potere. In bocca al lupo e… non sono mai stata in sardegna, il vostro B&B (perchè già lo vedo) sarebbe una buona scusa per visitarla 😉

    1. Intanto io mica avevo visto che hai un blog….ora ti vengo a trovare e ti aggiungo tra i miei preferiti….!
      E poi…già…se non avessi questi progetti e desideri la mia quotidianità sarebbe ben più grama. Cerco di mantenere un equilibrio tra i sogni e la realtà in modo che l’uno mi dia forza per l’altro senza scordarmi che…la vita è adesso!
      Hey, guarda che preparo già il letto in Sardegna a te e alla tua bimba, eh?!

  10. spettacolare!
    E’ proprio in questo momento difficile che le menti più dinamiche, le persone più coraggiose devono darsi da fare per uscire dall’impasse… se aspettiamo che la crescita risolva i nostri problemi e non ci mettiamo in gioco in prima persona, stiamo freschi 🙂
    Buona Vita

    battutaccia: complimenti per il lato b (del piano… che avevi capito?!?!) ah ah ah ah!

    1. Uolly ! Come stai tu? Non riesco a capire in che direzione ti stai muovendo…però qualunque essa sia sono certa che stiamo parlando la stessa lingua. E quindi :boia a chi molla !!!

    1. Sloggata ti lovvo !!! Sì sì ho bisogno di sostegno perchè non sai quante persone ti smontano a questo mondo ! Come se non lo sapessi che è difficile……però per una volta nella vita anche io voglio pensare “yes, we can” 😉

        1. Oh, tu ci vieni , ci mancherebbe che ci si legge a vicenda da almeno un anno e non si condivide un fatto epocale del genere ! Beh, è un po’ prestino eh?! Però pian pianino noi ci contimao di farcela…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...