November rain

E va bene che c’è il foliage, le castagne che a me piacciono tanto, il caldo del camino così sensuale, i tramonti limpidi ed i cieli tersi, le cime dei monti innevate, i cibi caldi … Finalmente torno ad indossare la mia divisa d’ordinanza: stivali e leggings, preferibilmente neri, che fa tanto Eva Kant. Diventa piacevole entrare nei bar, nelle case, togliersi le giacche e assaporare sulla pelle del viso il caldo tepore delle stanze ormai riscaldate , diventa  sublime la doccia calda calda e il piumino  nel letto. Il piumino: un’invenzione paradisiaca, sono convinta di dormire qualitativamente meglio sotto al piumino, perché mi fa da nuvola, da nido, da protezione, è leggero e caldo, è grande ma non ingombrante … evviva il piumino !

Ma.

Ma io non sopporto Novembre !

Mi genera una tristezza insopportabile che nemmeno un film d’autore.

Ho freddo, sono con i muscoli rattrappiti, quest’anno addirittura per la prima volta ho imparato sulla mia pelle che cosa sono i reumatismi, il mio braccio sinistro (e sono mancina) è ko, esco dal lavoro ed è già quasi buio, ho una fame bestiale, mi viene il mal di stomaco cosa di cui per il resto dell’anno non conosco nemmeno l’esistenza ma, soprattutto, la saudade. Una saudade da vero poeta maledetto.

Potrei mettere in versi il dramma della vita, a Novembre. Mi sembra tutto moscio, grigio, triste ed inutile.

Deduco che le endorfine vadano un mesetto alle Canarie o che so io, sul Mar Rosso e mi abbandonino in questa mia personale valle di lacrime. Se siete in ascolto, vi prego, tornate, non abbandonatemi.

Novembre per alcuni è il mese della prevenzione: della carie, della prostata, della dislessia,  per me è il mese della tristezza.

Ma una tristezza reale, tangibile, a volte mi sembra di poterla toccare tanto la sento densa nell’aria. Colpisce a tradimento, magari sto guidando e ascoltando in sottofondo una canzone e zac, arriva, mi cala questo lenzuolo nero sull’esistenza che mi viene voglia di girare la macchina e andare a letto.

E tutte queste attese, l’aspettativa , l’esito del progetto in Sardegna, il ritorno a casa di lui, tutto mi sembra impallidire e farsi altro da me, cose che non mi riguardano, che non mi interessano.

Insomma Novembre è un mese da far passare in fretta, meno male c’ha solo 30 giorni . Siamo al 9 e siamo ancora vivi. Si avvicina il week end e già di suo è molto: meglio essere malinconici a letto senza sveglia e con un bel libro che allo sportello.

A casa e senza orari fa più Madame Bovary, vuoi mettere?

 P.s. O magari non è vero niente, è solo la sindrome premestruale.

Annunci

22 pensieri su “November rain

  1. Ogni mese ha il suo perché. Novembre incluso.
    Domenica ad un certo punto é sbucato il sole. Mi stavo incacchiando, perdevo ogni alibi che potesse giustificare una giornata oziosa.
    Poi sono tornati i nuvoloni.
    Fiuuuuu, é andata bene.
    W il piumone, specie se condiviso.

    1. Mr…non rigirare il coltello nella ferita !… Il mio piumone non è condiviso da quasi 6 dico 6 mesi !… Vabbè, in Agosto magari il piumone non serviva però ora…..Si dice che dovrebbe tornare, aspettiamo.

  2. a me fa più paura settembre, a metà agosto da qualche anno vado sempre in paranoia perchè sta arrivando quello stronzo di settembre. anche gennaio non scherza, ma un po’ meno.

    apro una parentesi che riguarda quanto hai scritto da me ma a cui non voglio rispondere da me, leggila sottovoce: (non sono capace di scrivere nulla se non ci metto una parte consistente di me dentro).
    ecco.
    bye

  3. -18 alla fine del mese. Ce la puoi fare. Vedila così, stai sicuramente meglio del verme che va su e giù qui in fianco (bellissimo!). Poi sei mancina come me (anche se non c’entra niente, ma ci stava bene). E per finire hai un progetto, porca miseria! E pensa che questa settimana non so ancora di preciso quando devo andare a lavorare..vivo alla giornata praticamente. Un po’ come la tua aspettativa, credo. Ti ho tirato un po’ su? Vabbè io ci ho provato. Ciao Patty.

    1. -17, ancora meglio !Alice grazie !!! Grazie per provarci, già solo per questo mi sento meglio… Questo progetto è una sfiancante attesa di risposte, forse è anche un po’ questo che mi stanca mentalmente, ma ormai ci siamo bisogna tenere duro ancora un attimo e poi si saprà se si può partire con ‘sto progetto o se mi tocca prendere un pugno nello stomaco e aspettare di riprendere fiato per ripartire.Speriamo !Un abbraccio Alice e in bocca al lupo per la tua vita alla giornata.E’ solo un periodo, magari poi ci si prende pure gusto a vivere un po’ più “all’avventura”….

    1. Ah ah ah !Posso immaginare che un po’ manchi ma dopo 3-4-5 giorni anche bastaaaaaa !senti, nn è che hai visto la mia serotonina passeggiare sulla croisette ?Rimandamela a casa che ho la saudade !

  4. Complimenti per il nuovo sfondo del blog.
    Troppo troppo bello.
    Per il resto però non mi trovi d’accordo. Adoro novembre e l’autunno in generale.
    Le mele, le castagne, le foglie gialle e rosse, i primi freddi….
    E poi si avvicina Natale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...