Un secondo ogni giorno

bar dell'ospedale.stamattina ore 7.25
bar dell’ospedale.stamattina ore 7.25

Faccio foto da quando sono piccola.

Non mi pregio di essere brava nè, sinceramente, godo particolarmente nel farmi ritrarre.

Il fatto è che ho sempre pensato all’esistenza come ad un grande zaino che ci portiamo sulle spalle, pieno di cose, oggetti, persone, ricordi, esperienze che fanno di noi quello che siamo, che ci identificano.

Quindi, da persona logica quale sono, circa 24 anni fa ho deciso che avrei fotografato molto della mia vita per riguardare le immagini quando sarei diventata vecchia… una sorta di diario esistenziale ad aiutare una memoria già di suo non eccellente…

Potete immaginare quindi la meraviglia e l’entusiasmo quando, passando a leggere la mia amica virtuale L. di Minimo che ha sempre qualche spunto e argomento interessante da condividere mi sono imbattuta in una serie di filmati tra cui questo quì sotto che parla fondamentalmente del tempo che passa e di come, in questa società così veloce, vorace e performante non ci sia il tempo, spesso, di metabolizzare i fatti della vita, della nostra vita.

Un secondo ogni giorno

Il filmato si concentra sul progetto di quest’uomo il quale a partire dai suoi 30 anni ha iniziato a filmare, a racchiudere in un secondo di filmato ogni santo giorno della sua vita. Se l’idea vi piace vi raccomando di guardarlo, in 8 minuti accenna a motivazioni e principi che vanno aldilà del semplice voyeurismo. Non che si voglia cambiare il mondo, ben inteso, ma una sorta di allenamento a non scordare, un modo per rievocare attraverso un fotogramma un’intera giornata della nostra esistenza altrimenti molto probabilmente dimenticata, confusa, accantonata.

Perchè ricordare è importante, non vivere nei ricordi ma ricordare, sono tutta quella serie di momenti che formano la nostra identità e poi la nostra vita, quello che siamo come persone, come amici, come uomo/donna, come compagni, come genitori. Non ci sono alibi, scusanti: il tempo, i giorni e la vita raccontano di noi e ciò che non è piacevole o edificante serve ad accrescere e ad avvalorare quanto di buono e bello facciamo e viviamo. Perchè si sa non c’è luce senza buio e magari, vedendo in rapida sequenza la nostra vita forse ci verrà più facile, capire, ma prima ancora sentire che in fondo tutto è Uno e non c’è davvero nulla per cui valga la pena dannarsi, tanto la finiremo tutti allo stesso modo…ma sarà attraverso quali strade siamo arrivati lì che farà la differenza.

E insomma venendo a noi ho pensato che mi piacerebbe davvero molto racchiudere almeno i prossimi due anni di vita libera e tutta da inventare in una sorta di fotoracconto, che so, un post alla settimana con 7 foto che raccontino i giorni passati, una cosa del genere. Sono combattuta perchè non mi piace un blog autoreferenziale ma l’idea mi entusiasma, sarebbe un bel regalo da fare a me stessa e mettendolo quì , in rete, magari può divertire, ispirare, piacere anche a qualcun altro o addirittura possiamo pensare di farlo assieme.

… per non dimenticarmi che in quei giorni c’ero, ho vissuto e ho cercato di fare del mio meglio per trovare la bellezza nella quotidianità, nonostante i pensieri, nonostante i problemi, nonostante le bruttezze…perchè la bellezza è negli occhi di chi sa guardare.

Annunci

25 pensieri su “Un secondo ogni giorno

  1. Io voto SI al blog fotoracconto.
    Sono fortemente convinto che i migliori blog alla fine sono dei “diari di viaggio” e cosa meglio delle foto per raccontare il percorso.

    1. si è perso in rete….devo aver scordato l’invio finale -.-
      dicevo…da un pò di tempo mi gira in testa il tema del tempo che passa, sia come cambiamento, sia come stagioni, come maturazione…insomma in generele. voglio fare una polaroid ogni 15 giorni ai miei bimbi per 1 anno, ritratti nella stessa maniera, per farne poi un quadro finale e vedere quanto cambiano in un anno. e la stessa cosa la vorrei fare con un panorama, un paesaggio. tipo una foto alla settimana (digitale però, altrimenti mi serve un mutuo che NON voglio :D), dello stesso paesaggio, alla stessa ora oppure no, per evidenziare il cambiamento stagionale e anche non stagionale. magari una delle 7 foto (se 7 saranno) potrebbe essere questa. potremmo trovare un tema per ogni giorno della settimana (alcuni comuni e alcuni diversi) e svilupparli parallelamente. e comunque il post settimanale è una gran cosa, meno invasivo per tutti e gestibile con più calma da parte mia.
      mi hai riattivato i neuroni 🙂

      1. Sì, perso….Eh ma che belle idee!….Sì sì pensavo anche io proprio ad una cosa di queste.che so, una foto delle 7 sempre un cibo che ho cucinato in quella settimana, oppure un tramonto, oppure un fatto divertente….. qualcosa così insomma, che non di richieda troppo impegno perchè altrimenti poi ci si stufa (hem…almeno io) che però sia divertente fare e rivedere ma sopratutto condividere ! Evvai Naza !!!

        1. provo a buttar giù qualcosa, su come organizzarlo più che altro..e se tu fai lo stesso poi ci confrontiamo e teniamo le idee migliori! mi piace l’idea di una cosa parallela…mi piacciono le amicizie virtuali fresche e stimolanti!

  2. E’ una bella idea. E’ lo scopo del mio blog fissare momenti forse non memorabili, ma che sono sicura mi farà piacere ritrovare tra qualche anno, vista la mia scarsa memoria. Con un’immagine racchiudi tutto questo con uno scatto. Bello!

    1. E poi ci pensi ai tuoi figli che razza di bel diario lasci ?! Fra cento, centocinquant’anni loro si leggeranno le parole della loro mamma…. che meraviglia, a me piacerebbe tantissimo !!!!

  3. ho tante foto e tante ore di video che potrei passare un mese chiuso in casa per rivedere tutto, ma di una cosa sono certo: quello che è degno di poter essere ricordato non ha bisogno di fotografie perché ti rimane nel cuore.

    1. Queste sono parole sante. Il punto è che io voglio ricordare anche quello che non è degno, che è banalotto, che è quasi scontato perchè sono certa che fra molti anni alcune cose che ora mi sfuggono allora saranno se non fondamentali almeno importanti…forse, chi lo sa….

  4. secondo me serve soprattutto a quello! e nelle giornate in cui ti prende la pigrizia, a me serviva di stimolo pure. una foto la dovevo pur fare…almeno che fosse decente!!! mica potevo fotografare sempre la tv e scrivere ‘nulla da dichiarare!’ 😉 ti passo il link del blog, perchè quando l’ho finito ne ho aperto un altro…non chiedermi perchè 😀
    http://nazasenzapretese.blogspot.it/

    1. Naza ma che donna piena di sorprese sei!!!mi appunto subito l’indirizzo !Ho appena scoperto il blog che stai scrivendo sui giorni di prigionia di tuo nonno ,dei nostri nonni…. stai facendo un lavoro meraviglioso e commuovente .Mi prendo un po’ di tempo per leggerlo con calma e rispetto come merita e poi ti scrivo .Brava ! Davvero tutto questo ha un valore inestimabile …mamma quanta roba!Vedi ?Niente è mai un caso !

      1. già è vero…c’è pure il terzo di blog! dovrei essere un po’ meno dispersiva e farne uno unico con tematiche differenti, ma sono una schiappa a gestire il tutto con blogger!!
        grazie <3…e io spero di vedere presto tante fotine su questo blog. ti parrà strano, ma ci si affeziona ai 365 project anche di persone che non conosci. e quando finiscono poi ti mancano…io ne seguivo più di uno.
        è un bel modo per condividere!

        1. Ma che bello, mi dai fiducia ed entusiasmo…. ora ci penso un po’ a come organizzarlo ma a questo punto è deciso: si fa !!! …..hem…. e perchè non pensi di rifarlo anche tu??? magari lo aggiustiamo alle nostre esigenze oppure lo facciamo con un tema dominante, un comune denominatore che so tipo “trovare il bello di ogni giorno”, “cose della natura” …. vediamo in questi giorni cosa mi viene in mente…. intanto grazie mille Naza!

          1. tu mi tenti!! ricominciare con un progetto quotidiano mi spaventa e mi esalta allo stesso tempo. è stimolante ma anche impegnativo. dovrei trovare una formula un pò diversa, e forse sì, con tema da sviluppare più specifico….però ci si può pensare 😉

            1. dai dai pensaci ! io sto valutando di fare un unico post settimanale con 7 foto in modo tale da non tediare le persone iscritte al blog con una mail di un nuovo post al giorno….una alla settimana ci può anche stare….. insomma… pensiamoci !!!

  5. mi piace! ho fatto un 365 photo-project tra il 2011 e il 2012. un anno di foto, almeno una ogni giorno. ti dirò che il dover impegnarmi a scattare qualcosa ogni giorno, mi ha sicuramente aiutato a trovare qualcosa per cui valesse la pena vivere ogni giorno. e spesso riguardo i post e mi rileggo i testi. son passati nemmeno 2 anni, ma certe cose erano già scivolate nell’ombra 🙂

    1. ma davvero?! ma ce l’hai nel blog?ma che bello!ma ma ma!… ora vado a spulciare nella tua cronologia .quindi mi confermi che un po’ serve anche a imprimere meglio la bellezza della quotidianità ?….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...