Ora et otia

girovagando

Nell’applicarmi a re-imparare l’arte dell’ozio, che non è per niente facile e spontaneo come si potrebbe immaginare, ho elaborato un’idea per il blog che potrebbe essere carina…

Vorrei creare una serie di post a cadenza settimanale di natura fotografica…una sorta di diario per immagini che racconti la mia settimana, esperienze, quotidianità, luoghi, persone. Nessuna regola rigida, direi che il tema libero mi si addice di più in questa fase di vita …

Penso che titolerò i post sempre alla stessa maniera così che sia facile raggrupparli poi per categoria o a chi non gliene frega una cippa di quello che faccio/vedo/vivo possa saltare a piè pari la qual cosa.

A dire il vero non è tutta farina del mio sacco, la spintarella definitiva me l’ha data una nuova amica di blog, vicentina come me, incontrata per caso anchesepercasononèmaisisà proprio quì in rete che ha sviluppato questo progetto fotografico per un intero anno : una foto al giorno. Tanto di cappello a Naza per la costanza prima di tutto e poi, se andate a vedere il sito qui vi accorgerete che entrare nella vita di una persona in questo modo è decisamente interessante e sopratutto che, volendo, ogni giornata ci può riservare piacevoli ricordi e piccoli e grandi insegnamenti.

E insomma ecco, l’idea è questa … ve ne pare?

Di tutto il resto ne scriverò a tempo debito, ora sto vivendo una fase di limbo, sto elaborando il “lutto”, la perdita di abitudini, orari, obblighi, identificazioni, alibi.

Ondeggio tra euforia, senso di libertà e ansia da smarrimento. Ogni giorno imparo qualcosa di nuovo di me e questa è l’avventura più coraggiosa ed inebriante che ci sia.

 

 

Annunci

26 pensieri su “Ora et otia

  1. ooooo anch’io sono mesi che mi titillo con l’idea di postare delle foto….a tema,diciamo
    solo che sono così pigra e poco produttiva che ne ho sempre una per non fare 😉
    magari ,col fatto che lo fai tu, mi ci metto pur’io…avevo in mente foto delle facciate di palazzi qua a Nizza (ce ne sono di meravigliosi) e…personaggi nizzardi (ce ne sono di incredibili,ma spesso non mi oso a fotografarli spudoratamente)

    1. Eddai fallo anche tu!Dai, sai che bello, saremmo gia’ in tre! Capisco la tua titubanza in merito alla costanza, ce l’ho pure io ma Naza, che l’ha gia’ fatto dice che poi ti viene proprio voglia di farlo… E poi, volendo, scegli tu le regole, puoi pure pubblicare una volta ogni 15 giorni….a me piacerebbe molto vedere tue foto…
      p.s. guarda che per quel discorso abbiamo quasi fatto, week end a Nizza in arrivo 😉

  2. […] sto elaborando il “lutto”, la perdita di abitudini, orari, obblighi, identificazioni, alibi.
    Ondeggio tra euforia, senso di libertà e ansia da smarrimento.

    Idem, Patty. Sono nella fase in cui i tempi di ogni piccola cosa s’allungano e mi sembra di non stare combinando niente, in fondo. Però sotto sotto sono felice.

    E l’idea mi piace: la tua amica sta per caso facendo il 365 project? Magari te l’hanno già chiesto, ma oggi non leggo gli altri commenti, sono di corsa! 😉

    1. E menomale che molti di voi mi confermano il loro senso di smarrimento… a volte mi domando se sono diventata matta! Pensa il grado di automatismo in cui mi ero ridotta….. addirittura sentirmi a disagio se non produco/lavoro nell’arco della giornata!… Sotto sotto pero’ anche io sono felice perche’ so senza ombra di dubbio che tutto questo e’ quello che volevo!
      p.s. Si, Naza iniziera’ un nuovo progetto di foto settimanale.posteremo una volta alla settimana foto che raccontano qualcosa dei giorni passati….

  3. Ma navigare si considera oziare o fare qualcosa? No, perché io, anche se del nord-est, da quando lavoro meno ore, passo parecchie ore a curiosare tra i blog e la pila di cose da stirare aumenta…ok, vuol dire oziare!
    P.S. aspetto i tuoi post settimanali, allora.

    1. Alice !Mi hai fatto un gran ridere !Ti immaginavo con pile di roba da stirare,piatti sporchi,bimbi che piangono dalla fame, letti sfatti e tu lì che navighi al pc!!! Leggere i blog non è assolutamente ozio,é aggiornamento …

        1. In effetti, una delle cose su cui so lavorando è aggiornare il CV con la formazione non accademica o comunque ufficiale: non tutti lo fanno, ma se io per conto mio mi studio una lingua, la uso per scrivere e c’è pure chi mi recensisce, per dirne una, questo DEVE essere considerato un processo formativo, di crescita, di aggiornamento. Eh.

  4. vedrai che non è impossibile come progetto. 1 cosa tutte le settimane la troverei sicuramente, e secondo me spesso 1 sarà poca. quindi viva la libertà del progetto! mi piace 😉

    1. Naza io pensavo un post alla settimana ma con 7 foto , una al giorno… Tra l’atro non è tanto il cosa trovare ma incostante come sono riuscire a postare con cadenza settimanale… Massì, si tratta di iniziare e inserire l’abitudine poi verrà da sè, tu mi insegni…

  5. anch’io voto sì!
    e sulla difficoltà ad oziare… la conosco bene!
    quando sono andata in maternità anticipata, quindi al 3° mese sono rimasta a casa, avevo l’ansia di fare, qualsiasi cosa ma fare! assurdo! e anche ora sono così: i miei mi tengono la figlia per farmi riposare un po’ e io mi spacco la schiena e la testa per “fare”.

    1. Ah ah ah quella dei tuoi che tengono la bimba e tu che lavori come una pazza è emblematica !!! Sarà l’abitudine, sarà la provenienza (Nordest) ma stà roba di essere produttive è pazzesca; anche io in questi giorni se mi riempio di cose da fare mi sento benissimo, libera e felice, se ho una giornata totalmente da inventare mi prende l’ansia e fatico a trovare un senso. E allora io mi sforzo, mi sforzo di fare poco e “stare” nel disagio, per affrontarlo, digerirlo, sdrammatizzarlo. Robe da matti se ci pensi, ma assolutamente normale, siamo l’essere animale più adattabile

  6. Wow sono contenta che ti piaccia l’idea! Certo non vince il premio originalità ma in fondo ognuno racconta la propria vita e la visione delle cose per cui ogni scatto è original ein questo senso…. Ma lo sai che all’origine del tutto c’è proprio quel video? L’ho pescato da un blog che seguo (Minimo) e da lì è partita tutta una serie di idee e ispirazioni… Vedimo se riuscirò ad essere costante…

  7. a me pare un’idea bellissima. e poi aspetto un risultato tipo quello di tale kuriyama, che per 8 anni ha filmato un secondo della propria vita ogni giorno e poi l’ha montato tutto insieme! (curiosa su on.ted.com/iTDQ)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...