I miei primi 100 giorni

Senza-titolo-1

“Always do what you are afraid to do”

Ridendo e scherzando festeggio oggi i miei primi 100 giorni di libertà e come ogni cronista che si rispetti non posso non omaggiare questo luogo virtuale di una serie di pillole di saggezza, sorta di servizio da copertina su Donna Moderna, concentrato di consapevolezza acquisita in questi tre mesi e rotti di vita nuova.

Vedete voi se stamparvele, tatuarvele, impararle a memoria tipo “il 5 Maggio” o che so io, leggerle e dimenticarvele nei 10 secondi successivi.

Anche perchè non ho mai sopportato chi ritiene di avere ben 10 cose da insegnarmi….

  • Mangiare è bello. E dormire anche.  “Stì ca***” dite ?
  • Non che avessi dei dubbi a proposito ma non posso che confermare il valore inestimabile del Tempo, e quando dico inestimabile intendo proprio che onestamente questi tre mesi non sarebbero valsi meno di … che so, quantificando, 5mila euro al mese. 15mila euro non mi avrebbero cambiato la vita mentre questi mesi non li dimenticherò mai. E non perchè abbia fatto pazzie ma semplicemente perchè mi sono data la possibilità di essere padrona dei miei giorni.
  • Sogni: sto inseguendo un sogno, dei progetti che mi appassionano. E’ da relativamente poco tempo che ho scoperto la potenza di credere ai propri sogni.Mai mai mai permettere a nessuno di togliervi i vostri sogni, qualunque essi siano, sono un motore, benzina e gioia della vita. Nonostante gli inciampi, nonostante i fallimenti.
  • Soldi. Sto spendendo quanto previsto.Non pochissimo, a dire il vero, si può migliorare di molto ma a mia discolpa c’è da dire che mi sono spostata (voli, macchina a noleggio) abbastanza. Anche su questo argomento posso confermare l’assunto che quando si sta bene, rilassati e in armonia di spendere soldi non ti viene nemmeno in mente. Ieri pensavo a cosa mi comprerei se avessi desiderio e possibilità di farlo… giuro che non mi veniva in mente niente ! Ho tutto, cosa posso volere di più ?!
  • Natura. La Natura è ispirante, pacificante, taumaturgica.Chi mi segue avrà avuto occasione di vedere un po’ delle foto che inserisco settimanalmente…la gran parte dei luoghi che visito non li riesco a fotografare perchè siamo in moto ma posso assicurare che molte son le volte che dentro al casco ho pianto lacrime di emozione e per un momento il fiato mi si è rotto… panorami di uno splendore assurdo, una natura incontaminata che ti permette di entrarvici e goderne assaporando colori, odori ed energia. La Natura, grande maestra di vita, a volte sembra voglia dirci che tutto scorre, che non c’è bene e male ma tutto è vita, è esperienza, va bene comunque, tutto muore e nasce,  è parte di una sola unica cosa meravigliosa, anche noi .
  • Decluttering: Sono partita con pc, trolley e macchina fotografica e onestamente ho molto di più di quello che realmente mi serve. Ok, sono consapevole del fatto che a casa, in Veneto, ho tutte le mie cosine lì ad aspettarmi però mi rendo conto che non ci penso mai, mai una volta che abbia detto tra me e me “cavoli, se mi portavo anche quello era meglio!”. Serve davvero poco, ma poco poco.
  • Modi di vivere. Ho il privilegio e l’opportunità di conoscere gente nuova, di diverse estrazioni sociali, di luoghi geografici e culturali,età, professioni e lo posso fare scevra da identità posticce, metodi di giudizio condizionati. E sapete cosa ho scoperto? Che ci sono infiniti modi di vivere ! Buongiorno e ben svegliata direte voi. Intendo che ci sono infiniti modi di sbarcare il lunario, di intendere il lavoro, di organizzare la vita attorno al bisogno di guadagnare per vivere, o meglio di organizzare il lavoro attorno al bisogno di vivere. E tutto questo mi dà speranza, mi rasserena, non mi fa sentire sola, sbagliata, visionaria.
  • Paura. Superata la paura del nuovo, dell’uomo nero, esce il meglio di noi o almeno così mi sembra. Sono più rilassata, ottimista, equilibrata, forte. Si impara anche a non fissarsi in pensieri brutti che non fanno altro che far andare la testa in loop… questo mi è costato impararlo ma ce l’ho fatta, sono riuscita a non avere completo controllo. Accetto che una parte della vita e degli accadimenti non siano colpa/merito mio. E ho fiducia. E ditemi voi se di questi tempi avere fiducia non è un atto di coraggio.O di incoscienza magari.
  • Amore. Questa è forse la lezione più importante che ho imparato: amore in tutto ciò che si fa, in quello che si dice, verso tutte le persone con cui ci si confronta, le cose, la vita, il mondo. L’Amore è un filtro che dona un valore a tutto e chi ne beneficia è sopratutto colui che ama, ama facendo e ama dicendo e ama ascoltando e ama guardando , E’ pace nel cuore, è averne abbastanza, di Vita, da essere pronti a che finisca.Quando ami tutto non hai più bisogno di nulla. No, non mi drogo , non pesantemente perlomeno.
  • Dubbio. Non smettere mai di mettere tutto in discussione, anche le pillole di saggezza.
Annunci

35 pensieri su “I miei primi 100 giorni

  1. “Accetto che una parte della vita e degli accadimenti non siano colpa/merito mio.” Ecco, io sono ferma qui. Non tanto in ambito lavorativo, che mi sto godendo le ferie e aiutando mia figlia che vuole cambiare scuola, ma proprio nella vita di tutti i giorni. Mi sento un po’ destabilizzata…è normale? Non avere orari mi piace, però poi mi dimentico sempre qualcosa (ok partivo già avvantaggiata in questo senso!) E qui mi parte il senso di colpa e mi sembra di no riuscire più a far niente per bene. Che sia un rifiuto delle giornate organizzate e pianificate? Mi riprenderò? Help!
    P.S. Mi ero persa le foto degli ultimi post. Sono bellissime, davvero.

    1. Normale? Rileggiti qualche mio post da Aprile ad oggi… per me emotivamente è stato un terremoto ! E mi sono anche spaventata tanto nonostante avessi programmato fin nei minimi particolari… per questo ho scritto quella frase: ho dovuto accettare di mollare il controllo, la presa, perdermi, destrutturarmi per poi finalmente un giorno, con calma, ricominciare a costruire.Mi ci sono voluti due mesi ma ora è meraviglioso . Quindi, vai tranquilla, è la fase disintossicazione, assecondala.E fammi sapere !!!

  2. Per le esperienze vissute che ci accomunano mi ritrovo sempre perfettamente nelle tue parole, sopratutto quando dici che non si ha bisogno di molte cose materiali per vivere felici e che ti accorgi al contrario che hai bisogno di veramente poco!
    La sensazione di libertà più bella l’ho provata viaggiando due mesi con solo uno zaino in spalla: un sacco a pelo, un paio di scarpe, due pantaloni due magliette e qualche mutande e calzino…non mi sono mai sentita così felice e libera!
    Una frase che per molto tempo ho tenuto appesa di fronte al letto diceva: “oggi più che mai gli uomini devono imparare a vivere senza oggetti. Gli oggetti riempiono gli uomini di timore: più oggetti si possiedono e più si ha da temere. Gli oggetti hanno la specialità di impiantar si nell’anima per poi dire che cosa fare.”
    Un forte abbraccio Patty e continua ad essere felice così!
    P.s. Sorry per il commento così lungo!

    1. Quella del sorry per il commento così lungo non l’avevo mai sentita….grazie a te invece di dedicarmi tempo nello scrivere un commento !
      Te l’avevo detto, sorelle separate alla nascita !!!
      …senti ma….la frase, che è vera che più vera non si può, è diTiziano Terzani ?Mi è venuto in mente lui, mio grande mentore ….
      p.s. Che poi , i nostri momenti bui ce li abbiamo anche noi ,eh?! E’ che si cerca incessantemente la bellezza

      1. Brava Patty è proprio Tiziano Terzani!adesso che lo dici me lo ricordo perché è l’unica frase della quale, non so perché, non mi ero segnata l’autore. una persona grandiosa che mi ha ispirato molto nella vita!
        Momenti bui certo che ce ne sono sempre, ma il segreto, come ben dici, è di cercare sempre la bellezza, perché di persone che vedono solo il buio c’è ne sono fin troppe al mondo..un fuerte abrazo!

  3. non ti dico niente, assolutamente niente, solo e semplicemente niente…….quando ti trovo ti do un calcio nel culo, non servirà a niente…. però è terapeutico per me, dopo mi offriro per baciare la parte offesa!

      1. ….anche se non commento mai ti seguo sempre, sei troppo avanti di tutto: di testa, di carattere, di visione della vita, sei un esempio da seguire, sei semplicemente GRANDE!

        1. Cara Vaifra, magari mi vedessi io così, spaccherei le montagne ! Noi donne spesso pecchiamo di troppa insicurezza … ma sai che c’è?! Ci sto lavorando ! Ciao bellezza, a presto spero

  4. Il fare un cazzo ti ha allineato ai nostri politici…. son loro che fanno i bilanci nei primi 100 giorni di parole e basta.

  5. Ciao Pattylafiacca
    a parte il tuo nome amo (lo trovo geniale) … mi ritrovo tantissimo in quello che dici
    soprattutto sull’ultimo punto … il DUBBIO
    e’ la chiave!
    un abbraccio e buon 100 giorni celebration 🙂

  6. quanta bellezza, quanta quanta quanta bellezza.
    (e sono d’accordo, per diamine: le pillole di saggezza lasciale ad altri, che per me sono solo il rutto di chi non riesce a digerire il fatto che altri vivano la bellezza che loro si perdono. tiè! :-D)

  7. “No, non mi drogo , non pesantemente perlomeno.”
    Ahahahah mi fai morire!
    Sembrano cose banali quelle che hai scritto, ma purtroppo sono le più banali a essere trascurate e dimenticate, quando invece potrebbero regalarci tanta serenità.

    1. E’ esattamente così! Da quando ho tempo per me, per l amia vita, pe ril mondo che mi circonda, finisco sempre per osservare che sono le cose sempici della vita a renderla meravigliosa…basta avere gli occhi per vederle ed il cuore aperto per apprezzarle, cosa non smepre facile con tutti i pensieri/problemi/preoccupazioni/cose che abbiamo… però è lì, la serenità, a portata di mano

  8. “infiniti modo di vivere”…già, noi abitanti del profondo Nord conosciamo solo il nostro, di modo di vivere, e ci sembra che per tutti sia così. Ma non è, anch’io l’ho scoperto tardissimo, ma graziaddio trovo che sia immensamente consolante. Sono felice per te, Patty. Mandami un po’ della tua serenità,che la metto “in cascina” 🙂

    1. Caro rapanello, sappi che ti dedico ogni giorno un pensiero pieno zeppo di energia positiva ! Chissà se serve ma è meglio di niente. Forza forza forza, sono convinta che bene e male, bello brutto, giusto sbagliato siano concetti astratti…tocca vivere quello che arriva e a volte, non vedendo l’orizzonte ci sembra impegnativo, difficile, ostico mentre forse è solo l’inizio di qualcosa di meraviglioso !speriamo almeno 😉

  9. Mi hai fatto scendere una lacrimuccia! Vai così con la forza dei tuoi sogni come carburante. Io ho qualche idea in testa e vedere chi si sta impegnando a realizzare progetti così folli da lasciare il lavoro in banca è un grande stimolo al perseguire obiettivi altrettanto folli!

    1. Ciao Pe ! Certo, i sogni non bisogna mai permettere di farceli togliere, e oggigiorno questa è davvero una sfida ! A volte mi capita di allungare lo sguardo in là, di ascoltare il Tg e dire tra me e me che non ce lo posso/possiamo fare ma mi scrollo di dosso quella sensazione di impotenza e mi dico che io vado avanti, fosse l’unica cosa che faccio.Finchè abbiamo salute, finchè abbiamo energie dobbiamo cercare di realizzarci.solo così la nostra esistenza avrà avuto senso .In my opinion. Quindi cara la mia ecodownshifter, avanti tutta !!!

  10. Non lo so…
    Io non mi drogo. ma mi rendo conto di aspettare le tue foto e i tuoi resoconti, per leggerli e berli praticamente…
    sarà che adesso posso leggerli con la tua voce…
    però…
    però ci sono momenti in cui ti leggo e mi rovescio dal ridere. altre volte come adesso che mi vengono i lucciconi agli occhi… e non posso nemmeno dare colpa agli ormoni…
    mi associo al bellissimo pensiero di Mr Incredibile: “sono felice per te e con te”.
    ti abbraccio ma forte sai…

    1. Cara che tesoro sei ! Mi fa così tanto piacere sapere che mi segui da lì, dalla tua casina nuova che è anche nuova vita!… Ti penso anche io e per l’amore che ho nel cuore chiamerei a radunata tutti coloro che mi seguono su queste pagine e farei un abbraccio collettivo, chè di amore e solidarietà non ce n’è mai abbastanza!

  11. Queste sono cose che ci vogliono tre vite normalmente per metterle insieme.
    E Ralph Waldo Emerson le ha concentrate nella frase del titolo. Una frase che dice tutto.
    Sono felice per te e con te.
    Un abbraccio enorme.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...