Datemi un Turista per Sempre

IMG_3936

Warning: post con utilizzo di linguaggio a volte scurrile e politically scorrect

 

Poi uno si domanda perchè ad un certo punto una ragazza volenterosa,ottimista e grintosa si smarrona, si demoralizza, si incazza e cade in uno stato rabbiosodepressivo.

Prefazione: anzi la prefazione non la faccio chè chi mi legge già sa che sono tipo un anno e mezzo, diciottomesidiciotto che, tra le altre cose, cerchiamo casa non in Papua Nuova Guinea ma semplicemente in provincia  di Cagliari.

Situazione attuale : una roba tipo 60 case visitate e zero zero zero zero zero zero (l’ho scritto ZERO?) case in saccoccia.E non siamo fighetti intransigenti.

Siamo partiti, ingenui noi ! cercando una casa in campagna, non troppo distante dal mare, con un po’ di terreno annesso, da svecchiare, sistemare e adibire in parte a B&b . Illusi !

Allora, il 90% delle suddette case sono ex case abusive sanate, o sanate in parte (sì, quì le agenzie vendono pure case parzialmente o totalmente abusive…suvvia, perchè fate quelle facce ?) e quindi costruite maluccio e con molti aspetti ignoti (tipo: ce l’avranno le fondamenta ?) . E si fanno pure pagare, eh?!

Altrimenti, altro aneddoto, poniamo che si trova finalmente l’immobile, qualche compromesso sulla metratura e il terreno ma … manca un documento sui permessi edilizi e quindi ciao ciao casa e sticazzi.

Infine poniamo che gli avventurosi illusi, perdenti ma non sconfitti, ridimensionino ulteriormente il sogno del b&b (ma si possono ridimensionare i sogni ?!?!non è un ossimoro ?)  e optino per una casetta giusta per loro, vabbè dai, vorrà dire che mi butterò a capofitto sul Piano C  massì dai, che bello, una casetta giusto per noi e fanculo il terreno, l’orto sinergico, l’autoproduzione alimentare, tutti i libri comprati e studiati, il fare marmellate e dolci per gli ospiti, le galline ovaiole e tutto il resto.

Avanti a vedere casette prima ariose a schiera, poi piccoli attici infine appartamenti ma … ah ah ah ah ah ah !!! La Banca , così, dall’oggi al domani ci informa che sono terribilmente dispiaciuti ma a seguito di cambio di direttive or ora comunicate sono disponibili a dare non più l’80% dell’importo d’acquisto ma il 60%. Insomma tipo 25.000  euro di differenza. Perchè insomma, à pezzenti, chi non ce li ha 25.000 euro in più da aggiungere all’ultimo minuto ai precedenti 25.000 e a tutte le ulteriori spese da affrontare tra burocrazia, mobili ecc ? Rimanendo con qualcosa in tasca perchè, ca va sans dire, uno dei due (hem …io) è senza reddito da 7 mesi.

E così i due Don Chisciotte contro i mulini a vento, inevitabilmente un po’ provati e tendenzialmente tesi accettano che sì, non si può essere ingrati e pretendere che tutto vada sempre a gonfie vele, ok è tempo di dimostrare che quando il gioco di fa duro i duri cominciano a giocare. Noi siamo gente che mica si abbatte per quisquiglie, suvvia, si prende una casa in affitto e poi da lì pian pianino ci riscatteremo. Massì, il tempo di prendere fiato, fare il punto della situazione e via, si riparte . Affitto sia, allora.

Ora, non sto quì a tediarvi ma per una come me che dell’interior design, l’arredamento ne vorrebbe fare una professione poichè appassionata , diciamo che visionare certi cunicoli arredati in stile mianonnaèmortaemosfruttoimobilichemihalasciato, diciamo che … ecco… è un po’ deprimente. Ma vabbè, ci accontenteremo del menopeggio, ci mancherebbe che a questo punto facciamo gli schizzinosi.

Ok: pronti, via; trovato appartamento arredato dignitoso che si fa pagare neanche poco e procediamo con consegna documenti e apertura pratica per la locazione (550 euro al mese, comune fuori Cagliari 60 mq) . Misto tra rassegnazione e sconforto. Ma la speranza è l’ultima a morire.

Epilogo: oggi, 1 Novembre i titolari della casa chiamano e dicono che hanno cambiato idea, hanno deciso che non vogliono più affittare la casa che sono dispiaciuti per il contrattempo e grazie e arrivederci.

E allora ecco, sto pensando di aggiungere quì a lato un Widget con il mio Iban per donazioni finalizzate all’acquisto di n pezzi di Turista per Sempre chè mi sa che ci vuole meno fortuna lì che a trovare casa nell’isola che non c’è.

 

 

Annunci

37 pensieri su “Datemi un Turista per Sempre

  1. quanto si somigliano le nostre storie pur essendo così diverse noi, forse un giorno ci conosceremo pure, sono Delicate, quella che ci ha messo un anno e mezzo a prendere casa, e sempre scendendo a patti,quella che si piantava il giardino e aveva appena messo una magnolia e un prugnolo e alcuni ulivi ….e…….bum….mi ritrovo in California, che non è proprio dietro l’ angolo,
    nella vita è sempre così cerchi di mettere un punto, da qualche parte, e di iniziare un discorso, ma poi i punti sospensivi li mettono anche gli altri e si cambia giro di giostra, lessi un libro che diceva che nonostante tutto bisogna portarsi un pietra del ringraziamento in tasca, un sassolino qualunque raccattato e tenerla per ricordarsi di essere grati….domani la cerco va……augurissimi

  2. Quando leggo post come questi mi si stringe il cuore, perché comprendo a pieno qual è la frustrazione di dover “limitare” un sogno per stupidi motivi di denaro.
    E per te faccio il tifo, perché mi sembri cazzuta (si può dire?) e determinata, e anche molto focalizzata su qualcosa di concreto. Non ti arrendere, prendi meglio la mira e colpisci!
    E chissà che tu non sia già il tuo biglietto vincente della lotteria 🙂

    1. Dona, io so che tu sai.perchè anche io seguo le tue dis-avventure … nessuno ha detto che sarebbe stato facile, ne sarà valsa la pena, sì, ma il cammino è ostico e faticoso a volte. Però indietro non si torna, no?! 😉

      1. Indietro no, ci possono essere deviazioni e anche cambiamenti di programma. L’importante è comunque tener ben presenti noi stessi.
        Al momento le difficoltà mi hanno imposto uno stop (burocrazia e finanze), ma la prossima settimana provo a mettere un altro mattoncino al progetto.
        Preferisco provarci e rischiare piuttosto che flagellarmi nel “se avessi…”
        Quando il gioco si fa duro… 😉

  3. La casa coi mobili mianonnaèmortaemosfruttoimobilichemihalasciato purtroppo l’ho vista pure io in quella zona, ci ha abitato mio marito per un paio di anni, e la padrona la riteneva pure una reggia 😦 visti i prezzi sarai capitata nel paesone dove stavo prima, che vabbè poi li son tutti uguali

      1. Qualcosa l’hai capito da sola, qualcosa te lo dico io perchè al momento sul blog non posso scriverlo “in chiaro”: dopo sette anni di sogni (in qualcosa simili ai tuoi in qualcosa diversi: non abbiamo mai pensato a un b&b ma semplicemente una casa in campagna dove poter vivere tranquillamente con la nostra famiglia, i nostri figli) abbiamo deciso di lasciar perdere la Sicilia. Bella quanto vuoi ma purtroppo troppo troppo troppo indietro. Ti scontri con tutto: il traffico, l’arroganza, le non regole, il continuo sentirti dire che “non sei di qui quindi fatti gli affari tuoi”, l’omertà, la burocrazia non solo lenta ma palesemente corrotta (se conosci bene se no zero: per fortuna mio marito è siciliano), le lungaggini per ogni cosa… e vabbè lo stai vivendo anche tu. A dirti la verità io Cagliari, quando ci sono stata (da un’amica ma pur sempre da turista) l’ho trovata più avanti… ‘nnamo bene! 😉
        Tu però non demordere: se è un sogno seguilo fino a quando ti rendi conto che è davvero impossibile realizzarlo, ma finchè c’è anche solo una possibilità corri a prendertelo. Cerca di capire come funzionano le cose, dimenticati le tue origini e buttati. Io ti appoggio in pieno, quello che scrivi, le tue motivazioni, sono splendide. Vivere non è stare in ufficio perchè “ci devi stare”, vivere è andare a prendersi quello che si vuole.
        Noi abbiamo rinunciato a uno dei nostri sogni, bene, sicuramente stiamo facendo fatica (ora io sono su coi bimbi e senza lavoro – dai miei – e lui è giù per intenderci…) ma ci sono altri mille sogni che ci aspettano. Perchè vivere per me è questo: cercare di ottenere il più possibile di quello che vorremmo.
        PS. Tra l’altro, complimenti per le foto, ieri sera non sono riuscita a staccarmi dal tuo blog prima di due ore!!! 😀

        1. Claudia grazie per le tue meravigliose parole, grazie grazie grazie! Devo dire che mi sono persa anche io nei tuoi racconti navigando dal 2009 ad oggi … quante peripezie ! Quanto dolore ! Ma anche quanta gioia e forza in te … complimenti perla donna che sei e la famiglia che pian pianino avete costruito!
          Non avevo capito che siete tornati nel grande e nebbioso Nord !… Anche tu come noi vivendo separatamente per un tempo indefinito…che pesantezza ! A casa di genitori poi ! La grande discriminante che fa di me una persona che ci prova e di voi quasi degli “eroi” è che voi avete bimbi; pensieri e responsabilità in più, tanto di cappello al vostro coraggio. Peccato abbiate dovuto abbandonare un progetto che non era nulla di fantascientifico… è una piccola sconfitta per tutti quelli che hanno piccoli e grandi sogni.Ma come dici giustamente tu,via un sogno sotto con l’altro !!! Ti seguirò assiduamente e farò il tifo sfegatato per voi perchè come me, almeno ci state provando. Un grande abbraccio e in bocca al lupo

          1. Questo è il blog “in chiaro”: http://bentornatialnord.blogspot.it/ 😉
            E a proposito di figli… sai forse è come dici tu che siamo “eroi”, e forse invece la vedo come una responsabilità verso di loro: è sì faticoso ma è anche una spinta, perchè è vero che giù molte cose erano stupende, ma purtroppo non vedevo un futuro. E quindi diciamo così, senza di loro forse mi sarei adagiata a vivere con poco e niente, a scendere a compromessi, a lasciare che il posto decidesse per me. Con loro invece ho ricominciato a lavorare sui miei sogni (e sì, sembra un paradosso!!). I sogni, il mio, il tuo, quelli di tutti, sono il motore delle cose… l’importante è che ognuno trovi il coraggio di seguirli.
            Grazie per le tue belle parole, fanno sempre tanto bene 🙂 Un abbraccio, a presto!

            1. me lo sono letto tutto. mi sembri così simile a me, così inquieta perché vogliamo dare alla vita il significato che vogliamo noi… e per questo lottiamo, soffriamo,piangiamo ,sognamo .ci violenza tanto coraggio e sopratutto tanta forza e tenacia .In bocca al lupo Claudia ,ti seguirò passo per passo !

      2. Siamo scappatiiiii 😀 adoravo Cagliari e mi manca da morire, quel che non mi manca affatto è quel brutto paesone pieno di buche e col fiume maleodorante che ci passa in mezzo. Io sono di Sassari anche se bazzico pure dalle parti di Olbia d’estate. Uno dei miei sogni è aprire un B&B da quelle parti, ma mi sa che rimarrà tale, visto l’andazzo.

  4. Mi sembra di rivivere gli anni passati a cercare e (dopo) costruire casa, in Sicilia, per poi scoprire che non ce la facevamo più a vivere là (a sei mesi dal trasloco: oltre il danno la beffa – non che siamo stupidi ma le cose come hai visto precipitano dall’oggi al domani, e quando finalmente ti sembra di aver concluso, puff di nuovo col sedere a terra!). Noi unici idioti che abbiamo fatto tutto in regola, per costruire villino di 100 mq (lordi) in un ettaro di terreno ci abbiamo messo (solo?) QUATTRO ANNI, e due fegati.
    Idem per la Banca (poi cambiata) che ci ha tenuti un anno e mezzo bloccati per poi dirci che sei mesi prima la direzione suprema (ahahah) aveva imposto lo stop all’erogazione dei mutui. Mio marito è andato dal direttore a farsi firmare la loro rinuncia (e non la nostra, se no sai che casino, che poi il cattivo pagatore diventi tu…) e quando ha cercato di dirgli di no gli ha fatto capire che era pronto a mettergli le mani addosso, perchè poi a un certo punto quello è… che non ce la fai veramente più.
    Vabbè.
    Non ho parole per rincuorarti, perchè la situazione che stai e che stiamo un po’ tutti vivendo, è ridicola.
    Tieni duro, tieni duro tieni duro. Prima o poi una botta di fortuna deve pur capitare! (Ti auguro davvero di vincere al Turista per sempre, è quasi più probabile quello ormai! 😉 )
    Claudia

  5. No vabbé, se non fosse che sta succedendo a te, ci sarebbe veramente da ridere per l’assurdo!! Guarda Patty, per esperienze di vita ho imparato a lasciarmi guidare dal destino: si vede che non era destino fosse quella, ne piú e ne meno. So che siete OVVIAMENTE e COMPRENSIBILMENTE sfiancati, ma vedrai che tutto ció ha un significato e piú avanti ne avrete una prospettiva diversa. Come dice il detto: quando si chiude una porta, si apre un altro portone! 😉

  6. nonmollarenonmollarenonmollarenonmollarenonmollare…nonmollarenonmollarenonmollarenonmollarenonmollare…nonmollarenonmollarenonmollarenonmollarenonmollare…nonmollarenonmollarenonmollarenonmollarenonmollare…nonmollarenonmollarenonmollarenonmollarenonmollare…

  7. Dirai te “ma non commenti”?
    No, evito solo di dire cose banali. Ricorda solo che la paura è il peggiore nemico.
    Frase fatta, ma vera.
    Se sei a un punto morto … rewind e segui il consiglio sopra sulla tanacia. Mi sembra ottimo.
    Abbraccio

      1. se cerchi ancora qualche casa vicino al mare prova nell’oristanese o nella costa di guspini – arbus (costa verde) secondo me lì troveresti qualche buona occasione …ciao

        1. Ciao.Conosco la zona, ci siamo andati più di una volta in moto quest’estate.Molto bello e selvaggio.Però ha il maestrale che batte forte , non ha aeroporti vicini e il flusso turistico è davvero minore rispetto al Nord o al Sud Sardegna. Poche chance, magari case che costano meno ma pochi che ci verrebbero ! 😉

  8. Ti dedico la saggezza di Seth Godin di oggi:

    “Tenacity is not the same as persistence

    Persistence is doing something again and again until it works. It sounds like ‘pestering’ for a reason.
    Tenacity is using new data to make new decisions to find new pathways to find new ways to achieve a goal when the old ways didn’t work.

    Telemarketers are persistent, Nike is tenacious.”

    http://sethgodin.typepad.com/seths_blog/2013/11/tenacity-is-not-the-same-as-persistence.html

  9. Invece del Widget con le donazioni puoi provare su Kickstarter che è una piattaforma di crowfounding e a chi ti versa una cifra consistente offri tot soggiorni nel tuo b&b per ringraziarlo. In America funziona!

    1. Ciao cara Pe.Non ci crederai ma mi ero informata anche per questo…Il problema è che essendo la somma che ci serve abbastanza ingente SE riuscissi comunque a raccoglierla significherebbe ospitare gratuitamente per circa 833 notti tutte le persone che volessero venire avendo contribuito.Il chè mi manderebbe alla rovina ;-)….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...