Le cose che ho imparato

 

IMG_9685

Non è vero che la vita è breve.

Lo è per chi vive i giorni uno uguale all’altro.

Quando qualcuno più grande di me dice che la vita gli è volata capisco come ha vissuto.

Sono passati 23 mesi da quel lontano primo giorno di libertà .

Ho scritto molto di meno da lì in poi, ho fotografato molto di più, ho vissuto e ho imparato così tante cose che stento a credere di poterle contenere tutte.

E allora, siccome mi hanno detto che gli elenchi puntati sono molto fichi di questi tempi, non sarò di certo di meno! Vado? Vado.

Le 20 cose che ho imparato in questi due anni :

  1. Ad oziare alla grande senza sentirmi in colpa
  2. A fotografare con più tecnica e sicurezza
  3. Ad accettare la paura come emozione, ad accoglierla e superarla
  4. A non giudicarmi e non giudicare
  5. Ad essere resiliente. Cambiando forma, cambiando strade
  6. A dire no al mobbing e lasciare un lavoro
  7. A vivere libera. Dentro e fuori, soprattutto dentro
  8. A pagare qualsiasi prezzo per la mia idea di me
  9. A nuotare sott’acqua supina guardando il pelo dell’acqua sopra di me
  10. A cucinare da me il pane e a fare la marmellata
  11. A conoscere e girare in una nuova città, Cagliari
  12. A superare il mio imbarazzo e a farmi intervistare qui e qui
  13. A lasciare andare persone con le quali non si può essere schietti
  14. A superare  crisi di coppia perché dopo è ancora più bello
  15. A gestire  il tempo che è davvero un valore inestimabile
  16. A lavorare con fantasia ma anche con mentalità imprenditoriale
  17. A valorizzare e onorare le amicizie
  18. A osservare le persone e a sentire chi sono, come stanno
  19. A perdere. Senza farne una questione personale
  20. A non avere aspettative

Sicuramente la lezione più importante, forse perché è stata quella più difficile da fare mia, è stata quella di imparare a non avere aspettative.

Che non è lasciarsi trasportare passivamente dai flussi della vita, nononono .

E’ fare: impegnarsi,imparare, agire, fortemente volere ma senza guardare troppo i risultati. Fare perché non potresti agire ed essere diverso indipendentemente da quello che ottieni.

E’ un po’ come fare l’amore: farlo per il semplice motivo che è bello, è godimento, è esprimere amore verso qualcuno, è gioia è vita.

E quindi, forse, non avere aspettative è un po’ come fare l’ amore con la vita : darsi, dare il meglio di noi semplicemente perché ci piace, ci fa sentire bene, perché questa vita la amiamo, senza aspettarci nulla in cambio, godendo semplicemente di quello che questa complicatissima avventura ci regala. La gioia di esserci. Chè nemmeno questo, esserci, è così scontato.

E domani è un altro giorno, si vedrà.

p.s. dedicato a Ilaria, che con i suoi 25 anni ha ancora, giustamente, tante aspettative .

 

 

 

Annunci

44 pensieri su “Le cose che ho imparato

  1. Ma due anni? Cioè, sono GIA’ passati due anni!?!? E stai andando avanti alla grande… sei mitica, un abbraccione :*
    (p.s. non so perché wordpress mi aveva “seccato” l’iscrizione al tuo blog, pertanto non ricevevo più aggiornamenti… sono passata a vedere se andava tutto bene e scopro di non avere più l’iscrizione. SGRUNT! odio wordpress)

    1. Bia che piacere! Ero così dispiaciuta di non vederti più passare da me! Leggo di là da te che sei bella impegnata prr cui ho pensato non avessi tempo…menomale allora, così non ci perdiamo!…sui DUE ANNI DUE beh, lasciamo perdere ….

      1. Ti ho “persa” dalla fine 2014 quindi a regola, non ho perso tantissimo… mi ci sono voluti due mesi per sentire la tua mancanza e chiedermi dove fossi finita e perché non scrivevi più sul blog 🙂
        L’importante è arrivarci, con calma ma arrivarci!!! ^___^

  2. La tua lista mi è molto piaciuta, anch’io ho imparato recentemente a non avere aspettative e a fare quello che sento di fare solo perché lo voglio, non sai quanti nemici mi sto facendo. Ah, ah, ah. Per imparare a nuotare ho sudato sangue perché avevo paura, ma alla fine ho fatto proprio quello che tu dici: il morto con la testa dentro l’acqua ad occhi aperti e sott’acqua a guardare le sfumature, una volta ci fu un bagno in un banco di pesciolini che mi saltavano intorno e i tuffi, non dal trampolino, sott’acqua e le nuotate. Adesso sono una vecchina artrosica e cammino col bastone, non è carino per una delfina libera. La poesia mi dà vita e me la toglie. Ciao, cara, La il@ mi ha dato l’indirizzo di questo blog e ti faccio subito un link.

    1. Ciao Domenica! Grazie per essere passata di qui… che bello imparare a nuotare, non è un po’come imparare a volare? E se ora non puoi più farlo l’importante è che tu l’abbia fatto, abbia avuto esperienza ed emozione di quello così che dentro di te possa rivivere infinite volte le mille vite che hai vissuto. Ti abbraccio

  3. Che bella questa lista! In 23 mesi hai fatto scoperte che molti non fanno in una vita. Sapere rinunciare alle aspettative, e vivere lo stesso intensamente, è difficilissimo, ma necessario per vivere davvero. 🙂

  4. mamma mia Patty
    sei spaventosamente bella.
    E mi sento così piccola…
    L’augurio che posso farti è che tu possa restare lì,
    a casa della “Signora” che tanto ti ha regalato.
    SEI VERAMENTE UNA BELLA PERSONA.
    Che altro dirti?
    Che cadrai e ti rialzerai più forte di prima?
    Questo lo sai già e non ti spaventa.
    Sei umile, speranzosa, positiva, la vita sicuramente ti premierà.
    Questo penso e questo credo.
    E poi …è così facile volerti bene.
    Buona passegiata …
    vento

    1. Vento, cara Vento … mi piacerebbe guardarmi con i tuoi occhi e poter credere che hai ragione tu ma…. ancora qualche settimana invece e la vita, per l’ennesima volta, sembra abbia vinto lei e i suoi “doveri”. Ma io non mollo, eh?! Vado su, ricomincio e mi organizzo di nuovo. Sono un po’ stanchina, chè a volte vedi gente che schiocca le dita e ha molto di più di quello che possiamo solo sognare tu ed io . Ma va bene così Vento, probabilmente nell’altra vita me la sono divertita un bel po’ e in questa mi tocca pagare sudandomi ogni successo… Datemi la salute al resto ci penso io !!!

      1. La modestia e l’ umiltà ti prenderanno…ne son certa. Sei davvero bella dentro e anche fuori. So che sei tosta…accidenti se lo sei!!! Quindi non ti perdo di vista. Avessi avuto accanto delle persone così positive come te….con questo non voglio dare la colpa a nessuno. Chi è causa del suo mal pianga se stesso. Me lo ripeto ogni giorno…. E tu non lo farai, anche se i tuoi sogni non si realizzeranno come tu desideri.
        Quindi…spero che un vento buono soffi sempre a tuo favore.
        Ora basta sennò piango.
        vento.

        1. Tesorino!Grazie! Ma non smettere mai nemmeno tu di sperare, organizzare, provare. Che abbiamo da perdere? Sai, per molto tempo non l’ho fatto…sono stata allontana ta da casa a 19 anni e mi sono sentita per lungo tempo non meritevole di nulla.Poi dopo molti anni ho detto sti cazzi e ora ho deciso che morirò inseguendo le mie passioni. Lo stesso che auguro a te e a tutti noi…perché solo quello ci rende felici e pieni di gioia

  5. Hai ragione Patrizia non dobbiamo avere aspettative.
    MA allo stesso tempo non dobbiamo rinunciare ai propri sogni.
    La differenza tra le prime e i secondi e che a prescindere dal risultato , anche se non si realizzano, è comunque … un successo. Come si dice “la metà È il viaggio”.
    Adesso tocca a me, da lunedì inizia il
    mio salto e le tue parole… aiutano!

    1. Bravo Paolo, proprio così ! Va bene a prescindere dal risultato. Non è facile entrare in questo ragionamento perché noi si ragiona sempre su fallire/farcela, vincere/perdere e invece qui non c’entra nulla… c’entra andare, fare . Non so se puoi immaginare quanto ti sia vicina in questo momento per te epocale ma credimi, ti mando tutta la buona energia che posso. Se vorrai, per avere un pochino di visibilità in più e raccontare un altro sognatore che si lancia nel flusso della vita prossimamente possiamo organizzare qui da me un’ intervista a te così ci racconti il tuo progetto e dove trovarti .. pensaci !

  6. Il nostro passato e il nostro futuro sono fatti di infiniti brevi momenti di presente. Sto “lavorando” per potermeli gustare tutti – come te 🙂

    1. Sì Alessandra ! La cosa più importante è lavorarci … poi il resto verrà da sé ! E tu sei già sulla strada maestra (hey il cappuccio l’ho fatto sai? ce l’ho quasi sempre addosso! Grazie !)

  7. “A lasciare andare persone con le quali non si può essere schietti”
    “Ad accettare la paura come emozione, ad accoglierla e superarla”
    Grande Patty, condivido tutto e ti mando un grande abbraccio mattutino! 🙂

  8. Trovo che ogni singola parola di questo tuo post, ogni frase, sia vera e illumimante.
    Grandioso il tuo elenco, sarebbe da stampare e tenere sempre in evidenza. E’ il risultato di un aver avutoil coraggio di prendere il largo. Complimenti, davvero.
    Anche Ilaria (mia omonima ma più giovane anche di me) direi che un giorno capirà queste parole e le troverà ricche, vere e importanti, e daranno un senso a tante cose.
    Buon proseguimento di Viaggio! ..e Grazie 🙂

    1. Grazie per le tue di parole ! Sai, avrei potuto scrivere una lista di 40, 50 o più cose che ho imparato . Ho scritto giusto le prime che mi sono venute di getto ma ci sarebbe così tanto da dire…. Hai ragione, quando si prende il largo un po’ fa paura ma poi il paesaggio ripaga di tutto . Dovremmo provarci tutti almeno una volta nella vita . Grazie per passare di qui, trovo così importante che delle persone leggano quello che scrivo e poi addirittura si prendano la briga di lasciarmi uno scritto, grazie davvero !

  9. E’ vero Patrizia, di questi tempi dicono che gli elenchi sono fighi. Ma il tuo lo è di più perchè ci si legge tanta vita e questo non può che essere stra figo. Io non ho mollato un lavoro perchè sono da sempre giornalista freelance, ma due anni fa ho deciso di cambiare modo di vivere. Ho cominciato a scegliere con chi lavorare, con chi ridere, con chi parlare. Supponenza? No qualità delle relazioni, delle scelte, del tempo e della vita stessa. Il risultato di tutto questo è stato un blog ma soprattutto una nuova me che assomiglia ben poco a quella di due anni fa.
    Questa è pura meraviglia.
    Ci vuole tanto tanto coraggio ma poi tutto diventa pazzesco. E finalmente si vive davvero… bello no?

    1. Assunta … sai che c’è ?! Nulla da aggiungere alle tue righe così belle, così chiare, così giuste ! E’ meraviglioso, sì. Ha un prezzo, certo, come è giusto che sia ma poi … ah, che bellezza !!! Continua così , io ti seguo lì da te eh?!

  10. Bello!! Grazie per questa energia e positività. Perchè anche godersi l’ozio non è cosa da tutti.
    E cmq, mi fai venire voglia di passare un po’ di tempo a Cagliari. Com’è Marzo? 🙂

    1. Ciao ragazza ! L’ozio è un arte … ci vuole molta dedizione 😉 ! Marzio qui a Cagliari mmmmm… è rischioso, puoi beccare bene ma anche male, di certo non freddo comunque. Da Aprile in poi direi … (sai che bello sarebbe ?!?!?)

  11. Alla tua età se aspettavi ancora un po eri prossima alla pensione….. pensa un po cambia cagliari con vicenza e viene fuori la mia storia….manca il mare ma ci sono mille altre cose…peggiori!!!

          1. L’invidia ho dentro, per te e per il tuo moroso……per quanto riguarda Lauzi lo sai che non lo penso, però son piccolo di statura e come diceva De Andrè: un nano è una carogna di sicuro perchè al cuore troppo vicino al buco del culo……..però se torni…. potrò bearmi gli occhi… facciamo cosi manda una foto e facciamo pari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...